Pino Donaggio, ancora oggi è forte il dolore per la morte della madre

pino donaggio madre

Un’intervista intensa quella di Pino Donaggio a Oggi è un altro giorno. Il cantante e compositore non ha solo raccontato i suoi successi ma anche le fragilità, come il dolore per la morte della madre. E’ morta quando aveva solo 58 anni, era troppo giovane per andare via e Pino Donaggio era solo con lei quando si è spenta. Era stata operata al cuore, andava tutto bene, poi un trombo e non c’è stato nulla da fare. La sorella era appena partita, il padre era a Venezia, anche il fratello era fuori: “Io le tenevo la mano…” è così che l’ha accompagnata ma per Donaggio è stato un momento terribile, è ovvio. “Un grande dolore e ce l’ho ancora” ammette con grande semplicità confidando che se non fosse stato per la moglie e i suoi figli non avrebbe superato facilmente quel momento.

Pino Donaggio: “Perdere mia padre è stato difficile, era lei che mi aiutava a spiccare il volo”

Era lei, Maria, che gli diceva di buttarsi, di andare. Confida che è grazie a lei che è andato in America nonostante non fosse del tutto preparato. E’ stata sempre lei a trovargli casa a Milano, quando è andato lì per studiare. Ed era sempre la madre che gli cuciva i vestiti e lo faceva sembrare un principino, anche se non avevano molte possibilità.

Pino Donaggio ricorda l’incidente in cui ha rischiato la vita

Era in volo su un aereo che lo riportava a casa dopo uno dei viaggi a New York. Stava dormendo, una signora l’ha svegliato dicendo che c’erano le fiamme sull’ala. Tutti hanno pensato che sarebbero morti. E’ stato un vero incubo, ma Donaggio dopo poche ore ha avuto il coraggio di prendere un altro aereo per tornare a casa. Poi ha avuto un esaurimento nervoso durato 10 anni, quell’incidente è stata la causa scatenante.

Il successo non porta solo cose belle ma ci sono anche fragilità e insicurezze e che lo racconti un grande della musica a 80 anni è importante.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.