Serena Grandi con la morte della madre la fine di tutto

serena grandi morte madre

A Verissimo gli ospiti raccontano spesso della morte dei genitori, anche Serena Grandi ne parla, ricorda la notte in cui è morta sua madre; è stata la fine di tutto e quel momento esatto lei l’ha percepito. Racconta di sua madre che definisce meravigliosa, stupidina ma allo stesso tempo saggia, si riferisce alla leggerezza con cui era giusto vivesse le cose, anche quando le ha raccontato delle molestie di un prete. Serena Grandi ricorda le litigate dei suoi genitori, discutevano spesso ma dopo dieci minuti finiva tutto. Nel suo libro ha scritto una lettera straziante alla sua mamma. “Cara Mina, da quando non ci sei più non ho più sorriso, eravamo tanto legate eppure quanto abbiamo discusso… Per me avevi pochi baci e complimenti e penso di essere diventata un’attrice per le poche carezze sin dalla culla…”.

Serena Grandi a Verissimo

L’attrice ricorda l’ultima volta che l’ha sentita. La mamma le aveva detto che aveva una strana influenza. Il giorno dopo sarebbe andata da lei ma la madre è morta quella notte. “Questa spada di ghiaccio che ho sentito nella schiena se ci penso io la sento ancora”. Aveva freddo quella notte Serena Grandi, diceva di chiudere le finestre perché sentiva quel ghiaccio, quel gelo. Continua a sognarla sua madre ma ogni volta litigano sempre, come quando era viva.

I suoi genitori erano molto orgogliosi di lei; li faceva andare sul set e la madre si preoccupava di cosa dovesse indossare. “I genitori non dovrebbero mai morire” quando è morto il padre aveva un bambino piccolo da crescere e ha avuto modo di distrarsi ma quando è morta la madre è stata la fine di tutto, un dolore immenso.

Non parla invece delle molestie subite nella sua vita, ne ha subite tante ma le ha superate con leggerezza, mentre non dimentica il male degli uomini che dopo Beppe hanno cercato di manipolarla, per Serena Grandi è quella la vera violenza.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.