Maurizio Battista: il padre è morto tra le sue braccia, la madre troppo presto

Maurizio Battista padre

Tra una battuta e una grassa risata Maurizio Battista regala poco della sua vita a Oggi è un altro giorno ma quando parla del padre e della madre dice molto di più. Non sa se è stato un bravo padre, prima lo dice e poi gioca ancora una volta con le parole ma Maurizio Battista ha più volte confidato che il suo papà ha litigato tante volte. Forse se avesse parlato di più con lui oggi non avrebbe rimpianti. Confessa che credeva non sarebbe mai andato via. Hanno lavorato per tanto tempo insieme al bar: “Mio padre ha sempre sofferto economicamente…”. Un rapporto conflittuale con il padre ma poi la vita fa chiudere un cerchio e quando è andato via Maurizio Battista era con lui, erano insieme. Non racconta quel momento come una gran consolazione.

Maurizio Battista a Oggi è un altro giorno

Dopo uno spettacolo è andato da lui, stava male, era prima di Natale: “E lì non puoi fare più niente, come le recuperiamo tutte quelle liti, quelle incomprensioni…”. E’ morto tra le sue braccia, è morto mentre lo metteva a letto, senza saperlo l’ha accompagnato nel suo ultimo momento. Maurizio pensava che il padre vivesse per tanti altri anni ancora, magari per sempre, invece un infarto non compreso l’ha portato via in un attimo tra le sue braccia.

Sua madre è morta tanti anni fa. Ne ha parlato anche in un suo spettacolo. Aveva 20 anni Maurizio e sua madre 40. Era il primo agosto di più di 30 anni fa, vorrebbe cancellarlo quel giorno. Una morte arrivata troppo presto, arrivata mentre Maurizio era nella caserma dei carabinieri, era lì per avere l’autorizzazione della morfina. Lei soffriva per un brutto male e poi è arrivata la notizia che non c’era più bisogno di niente, era tardi, era andata via.

L’orario della sepoltura di sua madre era lo stesso dell’orario di nascita della sua seconda figlia. Per Battista non è una coincidenza.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.