Il ritorno di Chi l’ha visto in prima serata: si riparte dal caso Agata Scuto

chi l'ha visto

Chi l’ha visto torna questa sera su Rai 3. Con una settimana di ritardo sulla tabella di marcia, visto che il programma sarebbe dovuto andare in onda la passata settimana, ma poi alla fine è stato rimandato senza tante spiegazioni ( si pensa a dei casi di covid in redazione e quindi alla decisione di far slittare di una settimana il programma). Federica Sciarelli torna quindi in onda questa sera per una puntata di Chi l’ha visto che riparte da un caso che ha visto una svolta clamorosa questa settimana e che era stato trattato proprio dal programma di Rai 3. Parliamo della vicenda di Agata Scuto, tornata alla ribalta della cronaca, proprio grazie ai servizi del programma di Rai 3. La redazione di Chi l’ha visto aveva infatti ricevuto una lettera anonima che parlava della scomparsa di Agata e del fatto che le fosse successo qualcosa di brutto. Nessun allontanamento volontario, come aveva più volte ribadito la sua famiglia, ma qualcosa di diverso. La persona che aveva mandato la lettera anonima a Chi l’ha visto, aveva parlato di una ragazza probabilmente tenuta segregata in cantina, forse uccisa in quel posto. Le cose sono andate in modo diverso, come hanno stabilito le indagini ma grazie a questa segnalazione, la procura ha riaperto il fascicolo, arrivando, 10 anni dopo, a una conclusione.

Chi l’ha visto i casi di oggi 19 gennaio 2022

La puntata di Chi l’ha visto in onda oggi si aprirà proprio con il caso di Agata Scuto, la ragazza di 22 anni sparita da Acireale nel 2012, una vicenda riaperto grazie a “Chi l’ha visto?”: è stato infatti arrestato l’ex convivente della mamma. Tutti gli aggiornamenti nella puntata in onda mercoledì 19 gennaio, in prima serata su Rai3. 

A seguire, la trasmissione tornerà ad occuparsi di Roberta Ragusa: a dieci anni dalla scomparsa è stata formulata una nuova ipotesi su dove può essere stato occultato il suo corpo, mai ritrovato. Antonio Logli in carcere, dove sta scontando la pena, arrivata in seguito a tre gradi di giudizio, continua a proclamarsi innocente.

Inoltre, aggiornamenti da Trieste sul caso di  Liliana Resinovich,  l’ex dipendente regionale, della quale si erano perse le tracce il 14 dicembre scorso, ritrovata senza vita il 5 gennaio. Al momento non si esclude nessuna pista, neppure quella che porterebbe al suicidio, anche se la meno probabile. E come sempre gli appelli, le richieste di aiuto e le segnalazioni di persone in difficoltà. L’appuntamento è per le 21,30 su Rai 3.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.