Il figlio di Caterina Balivo spaventato dalla guerra: “Mamma, dove andremo a vivere adesso?”

La preoccupazione del figlio di Caterina Balivo, la paura di un bambino di lasciare la casa pensando alla guerra
CATERINA BALIVO figlio

Il piccolo Guido Alberto, il figlio di Caterina Balivo, preoccupato per la guerra della Russia contro l’Ucraina, ha chiesto alla sua mamma dove sarebbero andati a vivere. La conduttrice lo ha raccontato nello studio di Francesca Fialdini lasciando tutti colpiti dalle sue parole, anzi da quelle del suo bambino. Guido Alberto ha solo 9 anni ma mostra già un certo interesse nei confronti della politica, ne parla con i suoi amici, certo lo fa con i discorsi di un bambino della sua età, di certo perché ascolta le parole degli adulti in casa e perché Caterina Balivo e suo marito cercano di non nascondere niente di ciò che accade. Se mentre pranzano c’è il telegiornale con una brutta notizia non cambiano canale, non spengono la tv ma commentano la notizia, ne parlano e rendono anche partecipe Guido Alberto.


Caterina Balivo Da noi a ruota libera

La Balivo pensa che i bambini vanno di certo tutelati ma che non vanno trattati come “stupidi”: “Devono essere guidati verso l’età adulta responsabilmente, la verità non è mai un male”. I bambini vanno tutelati ma la verità non si deve nascondere, questo il messaggio di Caterina Balivo. Così è arrivata la domanda di suo figlio. “E’ un bambino normalissimo mio figlio, noi non nascondiamo niente in casa e quindi lui era molto preoccupato e mi ha chiesto ‘Ma noi dove andiamo a vivere se c’è la guerra?’”. Ovviamente gli ha risposto che sarebbero rimasti nella loro casa perché sono fortunati, mentre c’è chi dovrà scappare dalle loro case, c’è chi si dovrà rifugiare, c’è chi purtroppo perderà la vita.

“Inutile che noi raccontiamo la favola perché poi loro si informano, vanno su Internet e hanno accesso a talmente tante informazioni, anche i social, le televisione. Usano i tablet per la scuola e quindi usano internet”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.