Cristiana Ciacci: Little Tony si vergognava di sua figlia e l’ultima volta non la volle in tv

cristiana little Tony

Cristiana Ciacci, la figlia di Little Tony, ricorda suo padre tutti i giorni, tutto ciò che fa porta il suo nome ma oggi tutti ricordano che è scomparso 9 anni fa. Passa il tempo ma Cristiana non dimentica nulla, nemmeno le lacrime e il dolore che rivela a Oggi è un altro giorno. Little Tony si vergognava di sua figlia, lo racconta lei al pubblico di Serena Bortone. Un po’ alla volta negli anni tira fuori le cose che le hanno fatto male ma al tempo stesso comprende suo padre. Racconta dell’ultima esibizione di Little Tony in tv, che lui non volle portarla perché si vergognava, perché era troppo magra, perché era anoressica. Cristiana Ciacci ha parlato più volte della malattia con cui ha dovuto fare i conti per 12 lunghi anni e di tutte le volte che cercava aiuto da suo padre ma lui non la capiva.

Per Little Tony era importante curare se stessi prima di tutto

E se per il cantante la cura di se stessi veniva prima di tutto perché per Little Tony era importante mangiare sano, essere in salute, in forma, di certo era impossibile comprendere l’anoressia della figlia. Cristiana rappresentava l’opposto dei suoi principi, non mangiava, si faceva del male. In più ogni volta che amici e fan li vedevano insieme in tv chiedevano cosa avesse Cristiana… era così magra. Little Tony inventava scuse, stanchezza, lavoro, non avrebbe mai rivelato dell’anoressia.

Ogni volta chiedeva a sua figlia di coprirsi per non mostrare l’eccessiva magrezza; quell’ultima volta non lo fece, semplicemente le disse che non l’avrebbe più voluta con lui sul palco, in tv. Era il suo modo per farla mangiare, per convincerla, ma una settimana dopo Little Tony entrò in ospedale, stava male da tempo, nessuno pensava che non sarebbe più uscito e che quella senza sua figlia sarebbe statala la sua ultima esibizione.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.