Paola Ferrari: sono tante le ferite che le ha lasciato la madre

Paola Ferrari confessa che i genitori non la volevano, che negli occhi della madre vedeva il diavolo
paola ferrari madre violenta

Paola Ferrari era solo una ragazzina quando è andata via di casa. A Oggi è un altro giorno racconta che sua madre ha più volte cercato di ucciderla, la situazione in casa era insostenibile, la madre era molto violenta. Paola Ferrari è cresciuta nella paura, una cosa difficile da gestire per una bambina. Aveva il terrore di tornare a casa perché la picchiava. Varie volte ha cercato di annegarla: “Vedevo il diavolo nei suoi occhi… Quello che a me manca è che non ho mai ricevuto un insegnamento d’amore, mai un abbraccio, mai affetto”. Oggi suo padre è anziano, ha dei problemi di salute e lo segue con grande affetto ma non conosce gesti d’amore come figlia. E’ un amore che conosce invece come madre perché Paola Ferrari è sempre presente e affettuosa con i suoi figli.

Paola Ferrari: “I miei genitori non mi volevano”

“Loro so che non mi hanno mai voluto ed è una cosa che è sfuggita una volta a mio padre. Poi mi hanno dovuto tenere perché ormai ero arrivata. Quello che ho subito è stato veramente molto pesante. Chissà se ho recuperato penso di avere fatto un grosso lavoro su me stessa ma ci sono dei punti oscuri”.
La paura di essere come la madre era sempre presente, Paola Ferrari aveva paura di diventare violenta come lei, perché era quello che aveva sempre vissuto.

Non ha mai abbracciato i genitori, non ha mai parlato con loro del passato, forse ci ha provato ma era inutile “con certe persone” perché tendono a rimuovere e questo li salva ma non ha salvato lei. Paola Ferrari ha dovuto davvero fare un grande lavoro su se stessa e ha sempre cercato aiuto in suo marito, da lui l’ha ricevuto. E’ soprattutto per le violenze di sua madre che ancora oggi cura le ferite che si porta dentro. Un’infanzia difficile ma Paola Ferrari ammette di avere poi avuto tanto dalla vita e per questo fa tanto per aiutare gli altri.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.