Il cantante mascherato: Milly Carlucci dà nuovi indizi da Italia sì

C’è davvero grande attesa per la prima puntata de Il cantante mascherato il nuovo programma di Rai 1 condotto da Milly Carlucci. E spazio oggi anche nel sabato della rete con Marco Liorni da Italia dì e altri indizi e anticipazioni che arrivano direttamente dalla conduttrice. Oggi per la prima volta Milly ha presentato due concorrenti. Per la precisione ha prima mostrato un concorrente e il avatar. Anche questo fa parte del meccanismo: il concorrente va sempre in giro con il suo avatar per evitare che, dalla costituzione e dall’aspetto fisico, nonostante mantello, maschera e costume, lo si possa conoscere. Non solo. Milly ha anche spiegato che i concorrenti arrivano sul palco, durante le prove in una macchina ( che vi mostriamo nella gallery) per evitare che qualcuno li possa riconoscere.

Il cast è ancora segretissimo e Milly non dà nessuna indicazione utile per provare a capire chi ci possa essere sotto gli otto costumi. Anche da Italia sì la conduttrice però precisa: i VIP in gara non sono tutti cantanti. Infatti tra i concorrenti di questa prima edizione de Il cantante mascherato ci sono attori, sportivi, conduttori…Insomma non è detto che siano proprio dei cantanti.

Ma vediamo gli indizi visivi mostrati nella puntata di oggi di Italia sì.

DA ITALIA SI GLI ULTIMI INDIZI DI MILLY CARLUCCI SU IL CANTANTE MASCHERATO

Come vedete dalle foto della nostra gallery, si vede davvero poco dell’aspetto fisico dei concorrenti dello show del venerdì sera di Rai 1. la Carlucci, ha anche spiegato che la voce dei VIP che partecipano a Il cantante mascherato sarà modificata, o camuffata, solo quando parlerà per rispondere magari alla giuria. Quando invece il VIP canta, avrà la sua voce normale.

Inoltre Milly precisa anche che i cantanti in gara, non canteranno ovviamente i brani del loro repertorio.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.