Al GF VIP 5 gli abbracci al tempo del covid 19: plexiglass e cellophane per potersi toccare

Gennaio 2020 è stato il solo mese sereno che abbiamo vissuto in questo anno. A fine febbraio ci hanno detto che non ci saremmo potuto abbracciare, che non ci saremmo potuti toccare, che non ci saremmo potuti baciare. E’ cambiata la vita di tutti, e i più fortunati hanno potuto vivere per mesi isolati ma con qualcuno da abbracciare la notte prima di dormire, altri hanno affrontato la pandemia da soli durante il lockdown, rendendosi conto dell’importanza di un abbraccio. E guardando lo scorso anno i concorrenti del Grande Fratello in tv, pensavamo a come fossero fortunati, loro in quella casa, potevano almeno abbracciarsi. In questa edizione si fanno nuovamente i conti con il covid 19. E l’Italia che i ragazzi hanno lasciato a settembre prima di entrare, non è quella che ritroveranno una volta usciti dal gioco. E’ un’Italia in cui gli abbracci sono di nuovi proibiti, in cui ci si muove in zone arancioni, rosse e gialle.

L’ABBRACCIO DI GIADA DE BLANCK ALLA CONTESSA: EMOZIONI AL CELLOPHANE

In un mondo che cambia, che mette in discussione tutto, l’importanza di un abbraccio resta una certezza. Non è un caso che gli autori del GF VIP abbiano voluto regalare alla contessa de Blanck la gioia di un abbraccio con sua figlia Giada. Sono gli abbracci al tempo del covid 19, con plexiglass e cellophane per potersi sfiorare ma non fino in fondo. Ed è stato particolarmente toccante vedere Giada de Blanck abbracciare la sua mamma dopo quasi due mesi di lontananza. La contessina le ha spiegato che non deve piangere ma essere felice perchè chi sta in casa ha dei grandi privilegi e non immagina quello che succede fuori. Nel nostro mondo, gli abbracci sono tornati a essere merce preziosa, quasi rara. I nonni guardano i loro nipotini crescere dalla finestra, li vedono in cortile per un saluto. Le maledette distanze continuano a cambiare la nostra vita, ma è l’unico modo che abbiamo per fermare questo virus.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.