Dayane Mello si apre con Mario Ermito: “A 16 anni ho tentato di morire, prese medicine per farlo”

Negli ultimi giorni Dayane Mello ha trovato un Mario Ermito un confidente. I due insieme parlano di molte cose, di quello che vorrebbero fare fuori dalla casa, di quello che succede al GF VIP 5 ma anche delle loro esperienze passate. Poche ore fa, Dayane e Mario si sono isolati dal resto del gruppo. La brasiliana ha iniziato a parlare di un periodo molto complicato della sua vita. E ha detto: “Io non ho mai pensato al suicidio tranne una volta”. Queste parole di Dayane hanno incuriosito Mario Ermito che l’ha lasciata sfogare. Così tornando indietro nel tempo con i ricordi, Dayane ha raccontato come la sua vita in quel periodo fosse difficile. Aveva 16 anni e suo padre una volta l’ha picchiata.

Dayane Mello confessa: a 16 anni ha cercato di morire

Dayane, ha raccontato che in quel momento della sua vita, non aveva senso pensare al futuro, visto tutto quello che le stava succedendo. E ha poi continuato:

A 16 anni ho provato a togliermi la vita, ho preso tutte le medicine di mia nonna e le ho ingoiate. Ero arrivata ad un punto in cui non volevo più vivere, guardavo le macchine e aspettavo il coraggio di buttarmi. La psicologa mi ha detto: ‘Dayane tu devi sentire il dolore ,non scappare dal tuo dolore, se ti svegli al mattino e senti questo dolore dentro’, allora cosa ho iniziato a fare? inizio a scrivere tutta la mia storia,la mia infanzia,da sola in una stanza al buio.

Per fortuna poi è stata portata in ospedale, le hanno fatto la lavanda gastrica e si è salvata. A Mario ha anche spiegato che aveva la possibilità di prendere direttamente il veleno ma non lo ha fatto perchè non ne ha avuto il coraggio. Poi la sua vita piano piano è cambiata e lei si è resa conto quanto fosse importante vivere.

Dayane ha poi spiegato che da quel momento la sua vita è davvero diventata diversa, che apprezza anche le piccole cose.

Adesso i miei dolori fanno più male perché adesso lo sento, ma è bello perché una volta che lo senti domani è un altro giorno, perché lo hai sentito, non l’hai trascurato. A volte ho voglia di saltare, correre, urlare… è una felicità che abbonda dentro di me. Da 10 anni qua in Italia ero sola, avevo 2 amiche, oggi esco di qua con tante persone che mi voglio bene e che io amo, questa sensazione d’amore è la prova: non siamo amici, ci amiamo! È questo per me che conta.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.