Massimiliano Morra dice la sua su Rosalinda e Zenga: strategia

Forse nello studio del Grande Fratello VIP 5 non c’è molto spazio per il buon Massimiliamo Morra, relegato in ultima fila dietro i vipponi che secondo Signorini contano…Ma nella puntata di Live-Non è la d’Urso in onda il 21 febbraio 2021 ha potuto dire quello che pensa realmente in merito alla storia nata da pochi giorni tra Rosalinda Cannavò e Andrea Zenga. Storia della quale si discute tra l’altro moltissimo anche sui social a causa di una serie di video circolati in rete, molto molto hot.

Ma che cosa ne pensa l’ex-non ex della Cannavò? A quanto pare Massimiliano rientra nel gruppo di persone che non credono che ci sia del sentimento, almeno non in questo momento.

Massimiliano Morra commenta la storia tra Rosalinda e Andrea

“Lei è entrata parlando del suo fidanzato innamoratissima poi guarda caso dieci giorni prima della fine del Grande Fratello perde la testa per Andrea” – dichiara l’attore ed ex concorrente del Grande Fratello Vip che aggiunge “non la vedo presa”. In realtà se sono queste le motivazioni, ci era sembrato da molto tempo che Rosalinda del suo ex Giuliano non fosse più innamorata ( sempre che lo sia mai stata).

Non finisce qui perchè secondo Massimiliano, che dice di conoscere bene Rosalinda/Adua, tutta questa sarebbe solo una strategia:  “Andrea è molto preso, ma lei visto che si sta rendendo conto che potrebbe essere nominata ha creato la storia”. 

In qualche modo quindi l’attore dà ragione a Dayane Mello che in queste ultime settimane ha fatto notare come Rosalinda stia usando la storia nelle ultime puntate solo per arrivare in finale…Ma sarà una strategia vincente? Avrebbe di certo avuto più voti, grazie all’esercito brasiliano, se non si fosse messa contro Dayane. La strategia di Rosalinda è quindi davvero molto debole.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.