Gianmarco Onestini, il suo clistere in diretta a Supervivientes si poteva evitare

Non è facile l’avventura che sta vivendo Gianmarco Onestini a Supervivientes, compreso il clistere mostrato in diretta, o quasi. La polemica è scattata subito da parte dei fan del fratello di Luca Onestini, va bene tutto ma una cosa così imbarazzante si poteva evitare. Non trascuriamo però che si tratta di un reality show e che secondo gli autori queste sono le immagini che il pubblico vuole vedere; peccato che L’Isola dei famosi soprattutto in questa ultima edizione abbia insegnato l’esatto contrario. Per Supervivientes era invece necessario mostrare Gianmarco Onestini in quella posizione imbarazzante con tutto il disagio suo e di chi ha seguito la puntata. Un clistere quasi in diretta, certo non sono state mostrate tutte le manovre ma quasi. 

GIANMARCO ONESTINI DOPO IL MORSO DEL RAGNO ARRIVA ANCHE IL BLOCCO INTESTINALE

Riso e cocco non sono certo scelti per migliorare le funzioni intestinali dei naufraghi, tutto è pensato per aggiungere disagio a chi sceglie di lavorare come concorrente. E’ un lavoro ma le umiliazioni andrebbero evitate anche perché sono immagini che resteranno.

Un blocco intestinale è molto doloroso e Onestini ha chiesto aiuto al medico della produzione che dopo averlo visitato ha deciso per un clistere. In quel momento Gianmarco avrebbe fatto di tutto.

Il medico l’ha messo in ginocchio, gli ha chiesto di piegarsi, l’ha coperto con un asciugamano e gli ha spiegato che stava per iniettargli un liquido per aiutarlo ad andare in bagno. Tutto è bastato per accendere la polemica. In Italia non avremmo mai visto niente del genere, in Spagna la realtà è questa.

Intanto, girano sui social i video del momento di sofferenza di Gianmarco Onestini, sia in bagno mentre chiede aiuto agli altri naufraghi per fare intervenire il medico con una soluzione efficace, sia quello in ginocchio con clistere alla mano. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.