L’immotivato pippone di Alfonso Signorini a Lulù Selassiè: figli e figliastri al GF VIP 6

lulù selassiè

Ma davvero ci si può permettere di usare quei toni con una concorrente che nulla ha fatto? Ieri sera al Grande Fratello VIP 6 abbiamo assistito a una sceneggiata che ci ha lasciato, per l’ennesima volta senza parole. Ma del resto, dell’inadeguatezza del conduttore, abbiamo parlato in tutte le lingue e in tutte le salse e ieri, lo ha dimostrato ancora una volta. Nella puntata del 26 novembre 2021, i concorrenti come sempre sono stati chiamati a fare dei nomi per la nomination: nomi di sole donne, nomi di chi era rimasto dopo le immunità date. Ed è chiaro che se ancora si va avanti con questa stupida logica senza poter lasciare i vip liberi di votare chi vogliono, trovare delle motivazioni risulta difficile. Ma qui non si vuole giustificare Lulù Selassiè che avrebbe comunque potuto articolare meglio la sua nomination, evitando il pippone. Qui si parla del fatto che dopo di lei, altri concorrenti, hanno buttato nomi al vento senza dare una motivazione ( vedi Manuel che ha detto la stessa identica cosa di Lulù ma per lui non c’è stata nessuna ramanzina). Ed è questo il punto: o minacci tutti i concorrenti, oppure non lo fai. Se con Lulù arrivi a dire che la vuoi fuori dalla casa, devi farlo anche con gli altri. Che poi il concetto può anche essere corretto, ma non usi quel tono di una persona quasi schifata di fronte alle parole di una ragazzina che poi era in evidente difficoltà e per l’ennesima volta, tra l’altro, saggiamente, ha fatto notare che si continua con questa storia dei preferiti, degli immuni, di chi non può essere votato.

Se anche al GF VIP 6 ci sono figli e figliastri

Che brutto vedere in prima serata un conduttore che dovrebbe restare distaccato, cercare quanto meno di trattare tutti allo stesso modo e invece, con alcuni, i suoi cocchi, ha solo parole di affetto e piene di miele, può perdere tempo e fare domande anche se va di fretta, per altri meglio liquidare, trattare male, chiudere. Parliamoci chiaro: la scorsa volta ti sei accasciata sotto al tavolo. Questa settimana mi dici: ‘Non ho un motivo per nominare’. Allora vai fuori dalla casa del Grande Fratello e arrivederci e grazie“ queste sono solo alcune delle cose che Signorini ha detto con un tono davvero discutibile alla principessa. E chi avrebbe mai pensato di scrivere qualcosa così in difesa di Lulù, che di certo sarà immatura, appiccicosa, a tratti anche egoista, scansa fatiche, ma quando è lì, con tutte le altre, non dovrebbe essere un bersaglio facile. Peccato che le sue sorelle non si siano degnate di dire una sola parola. Avrebbero dimostrato di non essere schiave di questo tritacarne nel quale a quanto pare, si sono infilate da sole senza rendersene neppure conto.

Del resto, dopo tre edizioni di Grande Fratello VIP, non abbiamo più dubbi che ogni anno ci siano i figli e i figliastri e non si fa nulla per far cambiare idea al telespettatore.

Seguici anche su Instagram

One response to “L’immotivato pippone di Alfonso Signorini a Lulù Selassiè: figli e figliastri al GF VIP 6

  1. Di tutto si parla, ma sembra che nessuno si sia accorto che Katia Ricciarelli, condannata dal televoto a lasciare la Casa, sia stata graziata dal G.F. in modo vergognoso e per di più resa immune pure nelle nomination. Una presa in giro inaudita per gli spettatori e il sospetto sempre più motivato che il percorso dei concorrenti sia teleguidato dal signor Signorini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.