Cibi falsi amici della dieta: dalla fettina ai ferri al minestrone


Quando siete a dieta attenti alla fettina ai ferri o al minestrone e agli altri cibi nemici della linea. Per tutte le persone attente alla linea i primi requisiti per scegliere quali cibi mangiare e quali piatti preparare sono leggerezza e basse calorie. Ma molto spesso si resta vittime di alcuni “luoghi comuni” e “falsi miti” della cultura dei salutisti quando ci si mette a tavola. Alcuni di questi cliché vanno al di là dell’apparenza e del saper comune. Sapevate infatti che la Caprese, simbolo dell’Italia del sud, ha ben 248 calorie ogni 100 grammi di prodotto? Ebbene sì, l’abbinata tra il pomodoro e la mozzarella contiene il 43% di grassi che stancano il nostro fegato ogni volta che li mangiamo insieme. Infatti, il pomodoro, come il formaggio è ricco di sale e ciò provoca l’aumento della ritenzione idrica.
E allora che fare, mangiare una bella frutta a fine pranzo? No, non fa bene nemmeno questo. Infatti, la frutta dopo un pranzo a base di carne o pesce può andare bene, ma non dopo un piatto di pasta o riso. Infatti, il fruttosio è un altro zucchero che si somma ai carboidrati già ingeriti. Anche i succhi di frutta, spesso sollievo nelle calde giornate estive, sono da evitare per chi segue una dieta a basse calorie perché sono ricche di zuccheri, glucosio e fruttosio, non l’ideale per mantenere la linea.
A sorpresa anche il minestrone gode di una stima non giustificata. Infatti, i Sali minerali presenti nella verdura, durante la bollitura si aggregano in cristalli che diventano più faticosi da smaltire per i reni. Per la dieta, dunque, sono molto meglio le verdure crude. Anche la pasta condita con l’olio a crudo è un “falso magro”, per questo è meglio una pasta condita: lo shock termico dell’alta temperatura dell’olio, infatti, crea sulla superficie della pasta una pellicola che facilita il processo digestivo e riduce l’assorbimento dello zucchero, cosa che non accade con i condimento a freddo. Tra gli altri falsi miti ci sono anche la fettina ai ferri che aumenta la ritenzione idrica, i fiocchi di mais e le patate lesse che hanno un indice glicemico alto e che richiedono un’alta produzione di insulina.


Leggi altri articoli di Benessere e Tempo Libero

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close