Ecco 5 consigli utili per non avere preoccupazioni e ansia

Lo stress, l’ansia e i problemi quotidiani non vi danno pace? Bene, ecco 5 consigli utili per non avere preoccupazioni. Sono 5 metodi scientifici che assicurano uno stile di vita più orientato alla felicità che al malessere interiore. La preoccupazione di per sé non è un male: a differenza della malinconia ci spinge all’azione, ma preoccuparsi troppo non fa bene alla salute.

Ad esempio, l’ansia può provocare insonnia e causare danni al sistema immunitario. Grazie a un nuovo studio, i ricercatori dell’Università del Surrey, hanno stabilito 5 metodi scientifici che aiutano ad alleviare le paure quotidiane. 

 

1) Stabilire un periodo di tempo circoscritto per preoccuparsi

Fissare un piccolo periodo di tempo di 30 minuti in pensare ai vostri problemi è il primo consiglio che danno gli studiosi. I ricercatori della Penn State University hanno stilato un programma di controllo che potrebbe aiutare le persone a tenere sotto controllo ansie e preoccupazioni con pochi semplici consigli. Dopo aver individuato il problema che ci affligge, è bene circoscrivere un periodo di tempo di breve durata in cui pensare assiduamente alla cosa, per poi lasciarcela alle spalle.

 

2)  Essere consapevoli

Le strategie più efficaci per smettere di preoccuparsi sono quelle basate sulla presenza mentale, che implica la consapevolezza dei pensieri presenti e delle emozioni. A stabilirlo è sempre l’Università del Surrey che ha revisionato 20 studi. Bisogna evitare di giudicarsi ed essere consapevoli del problema per prenderne coscienza e trovare una soluzione. Come diceva un proverbio zen: se c’è la soluzione perché preoccuparsi? Se non c’è rimedio perché preoccuparsi? Un po’ di sana filosofia e ottimismo ci aiuta a lasciarci alle spalle i cattivi pensieri.

 

3) Andare avanti

Uno studio pubblicato sulla rivista “Behaviour Research and Therapy” ha dimostrato che cercare di soffocare i loro pensieri indesiderati è dannoso. I ricercatori dell’Università di Wisconsin-Milwaukee affermano che avere consapevolezza e lasciarla esplodere in periodi di preoccupazione può essere utile per avere, nel lungo periodo, periodi di minore depressione. Quindi, l’accettazione è un passo necessario per andare avanti.

 

4) Scrivere i propri pensieri

Per aiutare a farci scivolare di dosso le cose che ci affliggono, è utile scrivere i propri pensieri su un foglio di carta o anche su un blog. Ciò è utile a farci sfogare e allo stesso tempo ad affrontare il problema.

 

5) Fare esercizio fisico

L’ultimo dei 5 consigli utili per non avere preoccupazioni è quello di fare esercizio fisico. Non solo per i benefici esteriori, ma anche per quelli interiori. È infatti stato stabilito che dopo il lavoro una sana attività fisica serva a far svanire le preoccupazioni e a migliorare il sonno notturno

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.