Arterie, si danneggiano se non c’è abbastanza vitamina

Spesso si parla del diabete come la principale malattia che aumenta la pressione sanguigna; ma tutto questo è dovuto invece dalla mancanza di una vitamina. Questa vitamina di cui stiamo parlando è la vitamina D che se è carente anche nelle persone perfettamente sane, fa irrigidire di molto le arterie e le rende così incapaci di rilassarsi e contrarsi. Questa importantissima affermazione è il risultato di una ricerca che è stata fatta da un’importante Università di Atlanta che ha esaminato ben 554 volontari, e hanno presentato tutti i risultati ottenuti al Congress0 Americano di Cardiologia. Da questa ricerca inoltre è emerso che la carenza di vitamina D porta quasi gli stessi effetti del diabete e dell’ipertensione, provocando nei pazienti problemi ai vasi sanguigni. L’ipotesi più plausibile per dare una spiegazione a questo fenomeno è la funzione della Vitamina D sul funzionamento delle cellule endoteliali, può rendere minore la quantità di un ormone che aumenta la pressione sanguigna e controllare anche le infiammazioni.

Queste cellule rivestono i vasi sanguigni per questo sono le maggiori indiziate per questo tipo di problema. I ricercatori, così, hanno provato a riportare il livello della vitamina D alla normalità e si sono resi conto che anche se di poco la situazione della pressione sanguigna migliorava, e scendeva anche se solo di poco. Non sanno ancora con precisione quale sia il nesso giusto con questa vitamina, ciò che è certo è che si sia capito meglio il funzionamento della Vitamina D nel nostro corpo e di tutti i benefici che può portare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.