Morbo di Parkinson, arriva un nuovo studio


Il Morbo di Parkinson è una malattia neuro degenerativa, dagli effetti davvero devastanti soprattutto per gli anziani, i più colpiti da questo tipo di malattia. Vengono fatti proprio in questi giorni degli studi sull’utilizzo delle cellule staminali per curare questa malattia per stabilire se sia o meno un metodo sicuro. Questa malattia tecnicamente si chiama Paralisi sopranucleare progressiva (PSP) e ne sono affetti ben il 10% della popolazione italiana. L’unica speranza per queste persone affette da questa malattia neuro degenerativa è andare all’estero e sperare di poter essere curati, spendendo comunque una cifra non indifferente e con il rischio di non essere nemmeno curati secondo i criteri sanitari. Questo studio non inizierà subito ma tra due o tre mesi a Milano, verrà fatto su circa 20 pazienti ultra quarantenni ai quali non fa più effetto la terapia farmacologica per il progredire della malattia. Si cerca con le cellule staminali, iniettate in queste persone di riparare almeno in parte i tessuti celebrali che si sono danneggiati a causa della malattia.

Qualche novità si potrà avere solo dopo circa sei mesi dall’inizio di questo esperimento, per vedere se le cellule staminali saranno in grado di bloccare la malattia o almeno di ridurne in parte gli effetti. Con la speranza che questo studio dia delle buone notizie, attendiamo con ansia che passino i primi sei mesi, ma poi per avere dei veri e propri risultati e soprattutto definitivi bisognerà aspettare almeno un anno e mezzo perchè il ciclo dello studio sia concluso e si possano tirare le somme.


Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close