Le convulsioni nei bambini: come affrontarle

Le convulsioni nei bambini sono molto delicate da trattare, infatti, consistono nella perdita di coscienza per qualche momento e dei movimenti a volte violenti degli arti, a volte inoltre gli irrigidimenti o il rilasciamento muscolare è accompagnato da vomito ed emissioni di muco dalla bocca. Queste convulsioni nei bambini sono solitamente causate dalla febbre per questo vengono chiamate convulsioni febbrili. Di solito succede solamente un episodio in tutta la vita del bambino e, inoltre, dura pochissimi minuti. Per evitare che si ripetano, bisogna fare in modo che la temperatura del bambino rimanga abbastanza costante evitando che ci siano degli sbalzi eccessivi. Vanno presi inoltre alcuni provvedimenti quando al bambino viene la febbre: non vestirlo troppo, bastano mutandine e maglietta; bisogna cambiare il bambino periodicamente e fare delle spugnature con un asciugamano bagnato su tutto il corpo; infine, somministrare un antipiretico.

Per affrontare una crisi invece: è inutile scuoterlo o perdere la calma, non vi aiuterà a curare il bambino, dovete avere sempre in casa una siringa con sondino per poter somministrare nel retto al bambino una dose di diazepam se ha più di tre anni e mezza se ne ha meno di tre. Portarlo in ospedale o chiamare il pediatra vi farà solo perdere del tempo la cosa migliore è iniziare subito questo tipo di terapia che fa subito effetto. Se non reagisce alla dose di Valium o continua ad avere le convulsioni la cosa migliore è chiamare un ambulanza per farsi portare al più presto in ospedale per poter cosi rimanere sempre vicino al bambino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.