Bancomat dispensa batteri, ecco cosa tocchiamo sulla tastiera

Bancomat dispensatori di denaro e di batteri. Tutti sappiamo che il denaro è una delle cose meno pulite al mondo. Ma, forse, quello che non ci aspettiamo è che, neppure i bancomat scherzano in quanto a germi e di batteri. Infatti, le tastiere che usiamo per digitare i pin o per selezionare le operazioni che intendiamo eseguire, sono dei veri e propri ricettacoli di microbi e batteri. Uno studio della New York University, pubblicato su “Sphere”, rivista della società americana di microbiologia, ha rivelato che, a New York, ci sono microbi provenienti dalle abitazioni private dei cittadini, quindi da posti come cucine, servizi igienici e cuscini ma anche dal cibo e non solo da quello che, più comunemente conosciamo con il nome di street food. I ricercatori hanno quindi ritrovato dei microrganismi legati al tratto genito-urinario. In particolare hanno trovato alcune specie strettamente legate al Trichomonas vaginalis, responsabile di infezioni. In pratica gli esperti hanno analizzato 66 bancomat distribuiti tra Manhattaan, Queens e Brooklyn. I test sono stati eseguiti tra giugno e luglio del 2014. Sono stati identificati una serie di microbi che tramite la tastiera del bancomat passano da una persona ad un’altra. I microrganismi rilevati sui bancomat non possono non portarci a fare alcune considerazioni. Sicuramente la presenza di microbi legati al cibo non lascia indifferenti. Se da una parte lo street food “giustifica” la presenza di questi microrganismi sulle tastiere del bancomat e quindi sulle mani, quello proveniente “da casa” potrebbe lasciare un po’ perplessi. Ma anche la presenza di batteri provenienti dalla toilette è abbastanza indicativa delle cattivi abitudini che ci portiamo dietro. Ad ogni modo i microrganismi e batteri identificati con lo studio non sono altro che il risultato di una media della popolazione batterica nei diversi bancomat. Infatti secondo la ricerca i singoli dati hanno permesso di capire che la situazione è simile per i diversi bancomat. In realtà bisogna anche tenere presente che le tastiere di questi apparecchi che dispensano soldi ma anche, a questo punto, batteri, vengono pulite periodicamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.