Mangiare lentamente aiuta a stare meglio e a non ingrassare


Le abitudini a tavola sono molto importanti per il benessere generale delle persone. In particolar modo mangiare lentamente aiuta a stare meglio e a non ingrassare. Molte persone, per fame o per carenza di tempo, sono invece abituate a mangiare in maniera molto veloce ma questo può avere delle ripercussioni negative sulla salute. Infatti tale abitudine, che può sembrare innocua, porta ad un peggioramento della digestione, a problemi di meteorismo, gonfiore addominale e altri problemi di tipo gastrointestinale. Inoltre chi mangia in maniera veloce è maggiormente soggetto all’insorgenza di problemi di peso, obesità e sindrome metabolica, i quali possono comportare malattie di tipo cardiovascolare e diabete. Insomma, mangiare lentamente deve diventare un imperativo e lo dimostrano diversi studi.

La ricerca che dimostra che mangiare lentamente e masticare nel modo giusto aiuta a stare meglio e a non ingrassare

La ricerca è stata portata avanti presso l’Università di Hiroshima e ha preso in considerazione 441 donne e 642 uomini. Gli studiosi si sono occupati di monitorare in un arco di cinque anni alcuni parametri fisiologici e il peso dei soggetti coinvolti nello studio. Gli autori dello studio hanno spiegato che, per parlare di sindrome metabolica, bisogna fare riferimento ad un insieme variabile di fattori di rischio che possono caratterizzare questa condizione patologica.

Tali fattori di rischio fanno raddoppiare i rischi connessi all’incidenza delle malattie cardiovascolari e quintuplicare quelli di sviluppare il diabete.

Al fine di ottenere una diagnosi precisa bisogna perciò considerare, in qualità di fattori di rischio, elevati valori di trigliceridi, glicemia o pressione alte, livelli di colesterolo “buono” bassi, obesità.

Sindrome metabolica, la cura nel mirtillo selvatico

I risultati dello studio: la sindrome metabolica colpisce maggiormente chi mangia in modo veloce

All’inizio dello studio nessuna delle persone esaminate presentava problematiche connesse proprio alla sindrome metabolica. In questa fase è stato chiesto ai partecipanti alla ricerca di stabilire la velocità di consumo delle pietanze. Questo ha portato alla suddivisione in tre gruppi: mangiatori lenti, veloci, normali. Alla fine dei cinque anni, gli studiosi hanno confrontato i cambiamenti dei parametri fisici e del peso con la velocità di consumo dei pasti. E’ dunque emerso chiaramente che mangiare velocemente fa male alla salute. I mangiatori veloci presentavano un’incidenza della sindrome metabolica pari all’11,6%. I mangiatori normali, invece, manifestavano tale sindrome nel 6,5% dei casi mentre la percentuale scendeva al 2,3% per i mangiatori lenti. Dunque chi mangia velocemente è maggiormente soggetto ad iperglicemia, accumulo di grasso addominale e aumento di peso. E’ dunque evidente che mangiare lentamente aiuta a stare meglio e a non ingrassare e costituisce dunque una buona abitudine quotidiana.

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.: 03370960795 - Iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

 

Close