Cosa fare per proteggersi dal coronavirus: l’utilizzo corretto dei guanti

In questi giorni di grande emergenza globale sentiamo tante notizie contrastanti tra di loro. Come comportarci, come vestirci, cosa fare in questa situazione difficile per tutti. La cosa fondamentale in queste ore è quella di stare sempre attenti alle fonti che utilizziamo per informarci, ed è per questo che si deve necessariamente far riferimento alle indicazioni date, dall’Istituto Superiore di Sanità, punto di riferimento in Italia per le emergenze sanitarie.

Si parla molto dell’utilizzo dei guanti. E’ giusto usarli, servono davvero per proteggerci dal Coronavirus? Come dobbiamo comportarci se decidiamo di usare dei guanti?

Ricordiamo che, a prescindere dall’utilizzo dei guanti, la cosa fondamentale da fare in questi giorni è lavarsi più spesso possibile le mani.

CORONAVIRUS, L’UTILIZZO DEI GUANTI: I CONSIGLI DELL’ISS

I guanti servono a prevenire le infezioni?

Si, a patto che:

  • non sostituiscano la corretta igiene delle mani che deve avvenire attraverso un lavaggio accurato e per almeno 60 secondi . Ricordiamo che è fondamentale lavarsi spesso le mani
  • siano ricambiati ogni volta che si sporcano ed eliminati correttamente nei rifiuti indifferenziati
  • come le mani, non vengano a contatto con bocca naso e occhi
  • Siano eliminati al termine dell’uso, per esempio, al supermercato
  • Non siano riutilizzati

E’ chiaro quindi che dobbiamo usare dei guanti usa e getta in modo da buttarli via, non appena cessato l’utilizzo che dobbiamo farne.

Dove sono necessari?

  • in alcuni contesti lavorativi come per esempio personale addetto alla pulizia, alla ristorazione o al commercio di alimenti
  • Sono indispensabili nel caso di assistenza ospedaliera o domiciliare a malati

Fate sempre attenzione alle notizie che leggete in rete perchè in questi giorni, come non mai, circolano diverse bufale e spesso, chi non riesce a captare la veridicità delle notizie, può incorrere in atteggiamenti pericolosi che possono mettere a rischio la sua salute e quella di altre persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.