Se soffro di dermatite seborroica posso tingermi i capelli?


E’ una domanda che molte persone, uomini e donne, si fanno, dopo aver avuto la diagnosi di Dermatite Seborroica. E’ possibile tingersi capelli se si soffre di questa malattia? Non solo le donne fanno la tinta, ormai anche moltissimi uomini decidono di chiudere aiuto del parrucchiere per fermare l’avanzare dell’età e i capelli bianchi che non mancano mai! Per cui sia gli uomini che le donne si chiedono se è davvero possibile tingersi i capelli se sia ha questo genere di dermatite.

CHE COS’E’ LA DERMATITE SEBORROICA

La dermatite seborroica è una malattia molto diffusa che interessa non solo il cuoio capelluto ma anche altre zone del corpo, come le sopracciglia, le orecchie, la zona dello sterno e anche quella pubica. E’ anche una malattia cronica e recidivante. Questo significa che, anche curandola potrebbe avere una fase acuta e delle fasi meno acute; la fase acuta dura per almeno 6 settimane continuative . Poi ci sono anche dei periodi di benessere totale, alternati a periodi di comparsa delle manifestazioni che sono tipicamente rossore, desquamazione (la cosiddetta “forfora grassa”). Chi soffre di dermatite seborroica deve fare i conti con il prurito a volte anche molto intenso e sensazioni fastidiose . Nei casi minori si presenta solo con delle squame nelle varie zone del corpo interessate e con la classica caduta di quella che sembra forfora ma che in realtà non lo è. Nei casi più gravi oltre al fastidio, può dare anche dolore.

POSSO TINGERMI I CAPELLI SE SOFFRO DI DERMATITE SEBORROICA?

I “pericoli principali” per chi soffre di dermatite seborroica sono due. A dare fastidio al cuoio capelluto potrebbe essere la fase di impacco del colorante potrebbe peggiorare la sintomatologia. Il secondo pericolo potrebbe essere legato ai i componenti della tintura che potrebbero essere assorbiti dalla pelle.

Questo però non significa che chi soffre di dermatite non può fare la tinta. In primo luogo curare la dermatite seborroica è possibile e quindi sarà anche possibile andare dal parrucchiere o fare la tinta in casa in una fase in cui la situazione è sotto controllo. Se siamo noi a farci la tinta in casa, allora scegliamo una tintura meno allergizzante e irritante possibile o se andiamo dal parrucchiere chiediamo consiglio, esponendo la nostra situazione. Un altro consiglio è quello di scegliere prodotti “riflessanti” invece di “coloranti” perché i riflessanti contengono pigmenti pronti. Un altro consiglio: meglio scegliere le tinture semi-permanenti rispetto alle permanenti.

Possiamo inoltre usare un altro accorgimento prima di fare la tinta. Possiamo applicare un olio specifico per lo scalpo al fine di creare una barriera tra la cute e il colore. Ricordiamo inoltre che per chi soffre di dermatite seborroica è meglio usare dell’acqua tiepida, non troppo calda, in modo che i pori non si dilatino.

E’ bene poi consultare sempre il proprio dermatologo per chiedere tutti i consigli del caso.

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close