Cannella: 9 casi in cui possiamo usarla per contrastare delle problematiche

Da spezia a pianta curativa. Scopriamo insieme le proprietà benefiche della cannella e i vataggi della pianta sulla nostra salute
cannella

Vi siete mai chiesti quanto e perchè fa bene la cannella? Da spezia che arricchisce di sapore i dolci a rimedio per la salute. Parliamo oggi della cannella, una pianta dalle mille proprietà benefiche che viene utilizzata per dare sapore a molte specialità culinarie che però non è solo buona per il palato. La cannella è infatti ottima come rimedio naturale per affrontare svariate affezioni. Le proprietà della cannella sono numerose.


È una ricerca proveniente dall’Inghilterra a parlare della cannella come toccasana per lo stomaco. La pianta infatti secondo lo studio sarebbe ottima nella cura delle affezioni dell’apparato digerente: aiuterebbe a favorire la digestione e, come il finocchio, sarebbe particolarmente adatta in caso di meteorismo.

Quali sono le proprietà benefiche della cannella

Ma le proprietà benefiche della cannella non finiscono qui. La pianta infatti è ottima come disinfettante e antinfiammatorio. È particolarmente efficace infatti utilizzata sopra ad un taglio o una ferita: limita appunto l’infezione allevia un po’ la sensazione di bruciore. Non a caso sono svariati i prodotti per l’igiene orale o per la cura delle lesioni della bocca come afte e piccoli taglietti, che oggi si possono curare grazie all’ausilio di farmaci il cui ingrediente principale è la cannella.

La cannella è una pianta originaria dell’Asia meridionale, è un’erba sempreverde e con la corteccia dell’albero della cannella si ottiene la spezia tanto amata da tutti i golosi di dolci.

Infine recenti studi avrebbero dimostrato l’utilità della cannella anche nell’affrontare due nemici che possono rivelarsi molto antipatici dal momento in cui la loro presenza aggredisce il nostro organismo: parliamo dell’Escherichia Coli e del fungo della Candida. Il primo è un batterio che solitamente alberga all’interno del nostro intestino dove la sua presenza è innocua. Se però l’escherichia coli si trova a passare nelle vie urinari e da lì all’interno della vescica – cosa oltretutto abbastanza frequente – questo antipatico batterio si rivela responsabile della comparsa di spiacevoli cistiti ricorrenti.

Usiamo la cannella in questi 9 casi

Ricapitolando possiamo usare la cannella, in varie preparazioni per contrastare:

  • Problemi alla digestione
  • Affaticamento
  • Inappetenza
  • Raffreddore, mal di gola
  • Diarrea
  • Brividi e sintomi influenzale
  • Flatulenza
  • Coliche intestinali
  • Scarso appetito

Le controindicazioni. Quando si parla di controindicazioni, ci si riferisce esclusivamente alla situazioni di consumo smodato e non di consumo ordinario. A seguito di dosaggi eccessivi sono stati occasionalmente riportate situazioni di irritazione cutanea, con insorgere di orticaria.

CHE COSA CONTIENE LA CANNELLA

Per ogni 100 grammi di cannella essiccata ci sono:

– 247 calorie

– 3,99 grammi di proteine

– 55 grammi di carboidrati

– 1,24 grammi di grassi

– 2,17 grammi di zuccheri

– 53,1 grammi di fibre alimentari

– 10 milligrammi di sodio

Sia in stecche, sia macinata, la cannella è una spezia che può essere conservata molto a lungo senza particolari problemi. La cannella si conserva in luoghi chiusi, come ad esempio dei barattoli.

Tutti in erboristeria quindi a scoprire tutte le modalità possibili per avvalersi delle proprietà della cannella, non solo come spezia dolcificante ma come rimedio curativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.