Addio Ezio Bosso, lutto nel mondo della musica: aveva 48 anni

Una notizia che non avremmo mai voluto dare perchè non solo ci lascia un grande uomo ma ci lascia un grande artista. E’ morto Ezio Bosso. Aveva 48 anni.

E’ MORTO EZIO BOSSO: AVEVA 48 ANNI IL GRANDE ARTISTA

Il compositore e pianista torinese aveva una malattia neurodegenerativa da anni ma nonostante ciò era riuscito a diventare uno dei nomi più noti del panorama musicale italiano. A darne la notizia il Corriere della Sera. Ancora pochissime le informazioni che arrivano dalle testate giornalistiche italiane. La notizia però ci lascia davvero senza parole.

Sui social già centinaia i messaggi per dire addio al grande artista.

Ezio Bosso amava definirsi un pianista per caso ma con le dita sul piano, sapeva regalare davvero emozioni uniche. L’Italia intera lo conobbe nel 2016 quando fu invitato da Carlo Conti come ospite d’onore. Sul palco dell’Ariston Bosso eseguì “Following a Bird”, composizione contenuta nell’album “The 12th Room”, che era uscito qualche mese rima senza enormi clamori, ma finì in classifica subito dopo l’esibizione.

LA MALATTIA DI EZIO BOSSO

Nel 2011 Ezio Bosso aveva scoperto di essersi ammalato, da allora conviveva con la sua malattia. Gli era stata diagnosticata una malattia neurodegenerativa. I medici lo avevano scoperto dopo che, sempre nello stesso anno, aveva subito un intervento al cervello. Aveva infatti avuto un cancro.

Da principio la patologia fu identificata come la SLS, sclerosi laterale amiotrofica, malattia in cui i sintomi, episodi di atrofia muscolare, si trasformano in pochi anni nella compromissione totale delle funzioni vitali. Poi i medici scoprirono che Bosso aveva sviluppato una malattia autoimmune che si poteva confondere con la sclerosi, avendo praticamente gli stessi effetti. Purtroppo per la malattia di cui soffriva Ezio Bosso non esiste una vera e propria cura in quanto i farmaci che possono essere presi, smettono di fare effetto nel momento in cui il corpo si abitua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.