YouTube Music cerca di evolversi anche con lo swipe, raggiungerà le altre?


E’ da tempo che YouTube, il social utilizzato per caricare contenuti videoludici e video musicali, si sta espandendo sempre di più nel mondo della musica con YouTube Music. Difatti, molti artisti caricano i loro video ufficiali, tracce dei loro album e altri contenuti. Data anche la chiusura di Google Play Music, dove era possibile scaricare le nostre canzoni preferite e ascoltarle in streaming, YouTube si evolve in YouTube Music, dove è possibile ascoltare musica anche offline, senza annunci e pubblicità e anche in background. Varie le funzionalità di YouTube Music, la quale si sta digitalizzando sempre di più, per esempio con l’ampliamento per quanto concerne la selezione delle proprie playlist in base ai propri gusti musicali. E’ in grado quindi di creare veri e propri mix giornalieri di musica da ascoltare in qualsiasi momento.

ARRIVA UN SEMPLICE SWIPE PER YOUTUBE MUSIC

La nuova funzionalità proposta  da YouTube Music consente di cambiare un brano di una propria playlist musicale semplicemente tramite uno “swipe” ossia uno scorrimento col dito sul display del nostro dispositivo, verso destra nel caso volessimo passare al brano precedente, a sinistra invece nel caso inverso, per passare alla traccia successiva. Funzionalità scoperta da un utente di Reddit in modo casuale, ma che ha preso l’attenzione di molti fan. Questa funzione però, era già disponibile solo con l’ausilio delle apposite frecce, mentre in molte altre applicazioni di musica streaming questa funzionalità è da tempo presente.

Essendo YouTube Music una novità in questo mondo, cerca di stare al passo con le piattaforme più famose di streaming. Anche se YouTube nasce come social per creare contenuti con scopi diversi, possiamo considerare la piattaforma YouTube Music come un cantiere, un progetto su cui lavorare con la speranza che vada a buon fine. Insomma, YouTube Music si sta evolvendo sempre di più cercando di arrivare ai livelli di Spotify o di Itunes. Ci riuscirà?

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close