Yari Carrisi ricorda nonna Jolanda a Storie Italiane: “Lei ha lasciato un segno”

Sarà celebrato questo pomeriggio a Cellino San Marco il funerale di nonna Jolanda, la mamma di Al Bano. Nel programma Storie Italiane in diretta oggi su Rai 1, il ricordo commosso di Yari, il figlio di Al Bano e Romina Power. Il musicista ha scelto di dare un ricordo della sua nonna per i telespettatori del programma di Rai 1.

A STORIE ITALIANE IL RICORDO DI YARI CARRISI DOPO LA MORTE DI NONNA JOLANDA

Le parole di Yari a Storie Italiane: “Ci metteva un attimo a passare da uno stato d’animo all’altro, è stato un anno difficile. E’ quel tipo di personalità che non si trova in giro, in quest’epoca usa e getta, lei è una persona che conservava i valori. E’ una persona che li riconosceva e sapeva come conservali. Non ho mai ricevuto così tanti messaggi d’amore pieni d’affetto come in questa occasione. Io penso che abbia davvero lasciato un segno in tutti noi. Ha lasciato un grande segno in Italia.”

Ultimamente purtroppo non riusciva più a cantare ma io ci provavo sempre, per noi è la nonna di tutti, credo che abbia lasciato davvero un segno” ha detto Jari commosso davanti alla cappella.

E ieri il ricordo di Yari sui social:

Nonna Jolanda.
1 Gennaio 1923
10 Dicembre 2019

Grazie Nonna, sei stata una donna fenomenale. Ci facevi da genitore quando i miei viaggiavano e noi andavamo a scuola. Ti sei sempre presa cura di tutti, hai vissuto per la gente che amavi. E così facendo sei diventata la nonna adottiva di tutta Italia.
Hai vissuto una vita piena di cambiamenti nell’era umana più sconvolgente e i tuoi piedi sono rimasti sempre per terra.

Questa è la nostra ultima foto insieme, scattata a Novembre. Riuscivamo insieme sempre a strappare la risata.
Rideremo per sempre insieme, anche in faccia ai momenti più difficili, sicuri del nostro amore.
I Love You Nonna ❤️

Ed ecco l’ultima foto insieme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.