Lutto per Umberto Tozzi, è morta l’ex moglie: il corpo rinvenuto in casa dopo giorni


Erano giorni che l’ex moglie di Umberto Tozzi non dava sue notizie, non era tornata al lavoro dopo le festività; l’hanno trovata senza vita nella sua casa. L’ex moglie di Tozzi, Serafina Scalò, aveva 63 anni, dal matrimonio con il cantante era nato il loto primo figlio, Nicola Armando. E’ stato Il Messaggero Veneto a dare per primo la notizia della sua scomparsa. Le dinamiche del ritrovamento del cadavere, se possibile, rendono tutto ancora più triste. Il corpo della signora Serafina è stato ritrovato dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Udine, loro con l’aiuto dei vigili del fuoco sono entrati nella casa da cui purtroppo la Scalò non era più uscita. Sono stati i suoi colleghi a lanciare l’allarme, da giorni non dava sue notizie, non era tornata al suo posto di lavoro, tutti erano preoccupati del suo silenzio. Lavorava come collaboratrice scolastica all’Istituto Educandato Uccellis di Udine.

SONO STATI I CARABINIERI A RITROVARE IL CORPO DELL’EX MOGLIE DI UMBERTO TOZZI

La terribile scoperta venerdì 17 quando i carabinieri e i vigili del fuoco hanno fatto irruzione nella sua abitazione. Negli anni ’70 il loro amore, una relazione lunga e bellissima e poi il matrimonio nel 1979, poi la nascita di Nicola Armando ma nel 1984 si erano separati. Poco più di 10 anni dopo Tozzi aveva ritrovato l’amore e sposato Monica Michelotto, la sua nuova compagna, da cui ha avuto Natasha e un altro figlio maschio.
Nessun commento dalla pagina social di Tozzi.


Le autorità non hanno ancora reso note le cause del decesso, sembra sia ancora difficile capire cosa è accaduto ma se le ipotesi al vaglio degli inquirenti sono varie sembra che la morte per cause naturali sia quella più accreditata. Tozzi sta per ripartire con il nuovo tour nei teatri on coppia con Raf, sarà di certo difficile per lui proseguire.


Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close