Emergenza Coronavirus, Al Bano fa un appello a Mattino 5: “E’ una terza guerra mondiale, restiamo a casa”


mattino 5

Nella puntata di oggi, martedì 10 marzo, di Mattino 5 è intervenuto, in collegamento da Cellino San Marco, anche Al Bano per fare un appello e parlare di Coronavirus. Sappiamo bene, infatti, che dopo la fuga di notizie riguardante la zona rossa della Lombardia, in molti hanno preso il treno per tornare al sud, anche e forse soprattutto in Puglia. “Stiamo prendendo coscienza che qui si tratta di una terza guerra mondiale” ha affermato il cantante a proposito del Coronavirus. “Dobbiamo prendere coscienza che purtroppo siamo inermi di fronte a questo maledetto virus che non perdona nessuno. Di fronte a questa situazione bisogna correre ai ripari ha detto Al Bano a Mattino 5.

Al Bano parla del Coronavirus a Mattino 5: “Per la prima volta nella mia vita ho paura”

“Questo scappare dal nord al sud è quasi un atto naturale, un ritorno alla radice, va capito anche se per certi versi va condannato” ha affermato il cantante di Cellino San Marco. “Per la prima volta nella mia vita ho un po’ di paura, per i miei figli, per tutto ciò che mi circonda” ha rivelato Al Bano. L’artista ha posticipato tutti i suoi impegni lavorativi e adesso è a casa. “Ognuno di noi dovrebbe stare a casa, scoprire la gioia della casa. Adesso abbiamo tempo per fare pulizia nella nostra casa, per fare ordine, per fare una revisione di ciò che significa casa” ha affermato ancora a Mattino 5. Il cantante pugliese ha poi rivelato che lui, per questo periodo, vivendo in campagna e avendo anche un bosco, diventerà un contadino.

Coronavirus, Al Bano a Mattino 5: “Farei un applauso a medici e infermieri”

Al Bano, all’inizio credeva che fosse tutto legato a una questione di allarmismo generale ma ha cambiato idea molto presto riguardo all’emergenza Coronavirus. “Leggendo quello che sta succedendo nel mondo non puoi restare indifferente ad una terza guerra mondiale. Ci vuole pazienza. Io un applauso a questi medici e infermieri lo farei. Stanno rischiando la propria vita come è successo in Cina dove colui che ha scoperto il virus addirittura ne è mortoha affermato Al Bano. Il cantante ha raccontato anche di aver messo i suoi figli in allarme sulla situazione.Stiamocene a casa, stiamocene in mezzo ai campi, camminiamo all’aria aperta, abbuffiamoci di sole non contaminato, facciamo camminate sulla spiaggia. Troviamo alternative ha poi voluto dire Al Bano ai telespettatori di Mattino 5. “Per coloro che sono costretti ad una città… Bisogna tuffarsi nella lettura, vedere tutti quei film che magari non si sono potuti vedere durante gli anni” ha aggiunto il noto cantante alla trasmissione di Canale 5.

Leggi altri articoli di News spettacolo

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close