Il dolore di Tiziana e della famiglia di Stefano d’Orazio: il covid 19 ha compromesso il suo stato di salute

Ho perso una parte di me stessa, Stefano era la mia forza, il mio sorriso, mi mancherà tutto di lui” sono queste le parole di Tiziana Giardoni, la moglie di Stefano d’Orazio, che insieme alla famiglia diffonde una nota stampa per dire addio al musicista. E’ un dolore enorme quello che vive la famiglia, che non si aspettava questo addio improvviso. Pare infatti che nell’ultimo periodo Stefano stesse meglio ma che poi a causa del covid 19, le sue condizioni fossero peggiorate. Viste le tante voci che si sono rincorse nelle ultime ore, la famiglia di Stefano ha deciso di diffondere un comunicato stampa per spiegare quanto accaduto.

Proprio ieri sera nella puntata di Tale e quale show, in diretta su Rai 1, Loretta Goggi annunciato la morte del batterista dei Pooh era stata la prima a parlare di coronavirus, legato alla morte di Stefano.

ADDIO A STEFANO D’ORAZIO: LA FAMIGLIA SPIEGA COSA E’ SUCCESSO

Il batterista dei Pooh era ricoverato da una settimana presso la struttura Columbus del Policlinico Gemelli di Roma, dopo aver contratto il virus. La famiglia del musicista ha chiarito, quindi, quali sono state le cause che hanno portato alla scomparsa di D’Orazio che stava guarendo da una patologia, prima che il virus lo colpisse.

Stefano era ricoverato da una settimana presso la struttura Columbus del Policlinico Gemelli di Roma – si legge nella nota stampa -. Era in via di guarigione da una patologia che stava curando da circa un anno e al lavoro su alcuni progetti che gli stavano molto a cuore, quando è risultato positivo al Covid che ha compromesso irrimediabilmente il suo stato di salute.”

Una storia d’amore lunga 10 anni quella di Stefano e Tiziana che poi nel 2017 si sono sposati con un rito civile.

L’ADDIO DI DODI BATTAGLIA: UN LUTTO DEVASTANTE


LE PAROLE DI BARBARA D’URSO LEGATISSIMA A TIZIANA E A STEFANO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.