Carlo Conti e Gerry Scotti su Chi: dopo il covid 19 più amici di prima

Carlo Conti e Gerry Scotti da anni ormai sono due dei volti più amati del piccolo schermo ed entrambi, tengono tanta, tanta compagnia al pubblico a casa. I due conduttori sono due grandi professionisti e i programmi che conducono da anni, riscuotono sempre un grande successo. Nell’ultimo mese però hanno avuto una cosa ben diversa in comune: si sono ammalati a causa del covid 19 ed e sono stati entrambi in ospedale. Proprio in questo periodo complicato l’amicizia che c’era tra di loro si è rinforzata e ne parlano alla rivista Chi, raccontando come stanno ora e quello che vorrebbero fare. Sognano di condurre anche un programma insieme.

CARLO CONTI PARLA DI QUANDO HA SCRITTO A GERRY SCOTTI

«Quando ho scoperto che Gerry era positivo al coronavirus», racconta Conti, «gli ho mandato un messaggio. Perché con Gerry, anche se non ci siamo frequentati tanto di persona e, spesso, siamo stati dirimpettai, non dico “rivali”, in tv, c’è un legame. Ci sentiamo molto vicini e, ogni volta che ci incontriamo, sentiamo questa stessa pasta, questo tipo di umanità: amiamo il lavoro, la famiglia, c’è grande stima. Così gli ho scritto. Dopo qualche giorno ho scoperto di essere positivo anch’io e, da quel momento, c’è stato un costante sentirsi, informarsi: “Quanto ossigeno hai nel sangue? Cosa segna il saturimetro?”. C’è stata una fratellanza di virus che ci ha legato e ci ha fatto sentire vicini. La nostra telefonata quotidiana era un’iniezione di ottimismo e una corsa insieme verso la guarigione».

GERRY SCOTTI E CARLO CONTI IN OSPEDALE: PIU’ LEGATI DI PRIMA

«Appena ho saputo di Carlo», confessa Gerry, «ho pensato: “Non è possibile, lui no”, e, in quel momento, mi ha scritto. Ci siamo scambiati ogni giorno il nostro bollettino medico con dettagli tecnici che voi umani non potete immaginare, in quei giorni di ospedale ci mancava che ci dicessimo com’era la pastina della mensa. Le disgrazie creano un’affinità e aiutano a sviluppare un senso di fratellanza».

ADESSO GERRY SCOTTI E CARLO CONTI SOGNANO UN PROGRAMMA INSIEME

I due confessano di voler fare un programma insieme “a reti unificate”: «Ci pensiamo da tempo, adesso potremmo fare un nuovo format, “I due guariti” o un programma di medicina, “Dica 33” o, visto che siamo in due “dica 66”». E, sulla sua possibile partecipazione a Sanremo come ospite di Amadeus, Scotti commenta: «Chiederò consiglio sul Festival a Carlo solo se lo dovessi presentare io, ho parlato ancora con Amadeus della possibilità di andare come ospite ma, in quel caso, saprò come cavarmela».
E, alla fine, si salutano: «Da un lato sono felice che questa disavventura abbia rafforzato la nostra fratellanza e il nostro legame umano in maniera fortissima», conclude Conti; «ho sempre pensato che fossi una brava persona e, adesso che abbiamo fatto le analisi del sangue insieme, ne sono certo», ribatte Gerry.

Noi abbiamo già rivisto Carlo in tv al timone di Tale e quale show e adesso speriamo di rivedere per la finale di Tu si que vales anche Gerry Scotti dal vivo su Canale 5.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.