Come si è contagiato Carlo Conti? L’ipotesi del conduttore a Oggi è un altro giorno (Foto)

Nel caso di Carlo Conti non c’è una spiegazione certa di come si sia contagiato, accade a molti e anche il conduttore a Oggi è un altro giorno racconta che è sempre stato molto attento (foto). Carlo Conti può solo fare ipotesi non avendo certezze sul suo contagio e in collegamento da casa sua pensa ai suoi viaggi in treno per lavoro o magari a un ascensore. E’ chiaro che non essendo rimasto chiuso in casa il contagio non fosse impossibile ma nessuno della sua famiglia o dei suoi collaboratori è risultato positivo. “Sono stato attentissimo e nel treno ero sempre solo  e nonostante questo magari ho toccato qualcosa o è passato qualcuno ma intorno a me non ce l’ha nessuno”. La fortuna è stata il tampone che faceva ogni 15 giorni: “E’ stato fondamentale e così mi sono bloccato con la quarantena ma non lo sottovalutiamo, non diamo colpa ai ragazzi, alla movida. State attenti e per chi è possibile e lo può fare resti a casa”. Carlo Conti ripete che questo è un virus subdolo.

CARLO CONTI RACCONTA I SINTOMI DEL COVID

I sintomi più importanti per lui sono stati tosse e febbre, per lui il saturimetro è stato fondamentale. Racconta che dopo la puntata di Tale e Quale Show condotta da casa al mattino aveva la febbre, tutto era cambiato e poi il saturimetro segnava tra 91 e 92, era troppo basso per lui. “A quel punto mi hanno visitato e portato al pronto soccorso e lì con la Tac si sono accorti che stava intaccando i polmoni e sono rimasto una settimana in ospedale ma sono stato fortunato, solo due giorni di febbre e ossigeno”.

E’ inevitabile che questa malattia lasci qualcosa dentro e Conti commenta: “Non è semplice, ho capito che non si scherza con questo virus, perché al di là di come ti prende ti rimane dentro e senti che c’è qualcosa che ti turba, a livelli alti o bassi ma è una cosa seria da combattere. Ci deve vedere tutti uniti”. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.