Nicole Kidman: “Dopo il divorzio da Tom Cruise ho sofferto di depressione”

nicole kidman tom cruise

Dopo circa venti anni Nicole Kidman parla del passato e della depressione. Era il periodo successivo al divorzio da Tom Cruise ma anche il periodo buio per la sua interpretazione di Virginia Woolf. Quel ruolo le ha fatto guadagnare il suo unico Oscar ma il film The Hours l’ha distrutta. Quel ruolo ha acuito in Nicole Kidman il senso della perdita causato dalla separazione dal marito. Tutto questo la mandò in frantumi. Ne parla oggi perché è sempre più importante condividere queste esperienze, la salute mentale è fondamentale ma per molti resta ancora qualcosa da nascondere. Nicole Kidman ne ha parlato un ‘intervista a BBC Radio 4 nel programma This cultural life.


Nicole Kidman: “Ero totalmente presa dal personaggio”

“Non sentivo più il corpo come mio… è come se avessi lasciato davvero che Virginia prendesse il sopravvento, perché in quel momento ero una porta aperta. Il regista è stato molto attento nei miei confronti perché sapeva tutto”.

L’attrice nonostante la lunga esperienza sul set non ha ancora trovato il modo per tenere distinte la realtà dalla finzione. Capita a molti: “Mi sono ammalata davvero – ha confidato – e questo è una delle conseguenze maggiori del lavoro d’attore. Per una settimana il mio sistema immunitario si è rifiutato di riconoscere la differenza tra la recitazione e la realtà”.

Non è la prima volta che parla del matrimonio con Tom Cruise: “non funzionava e ho dovuto scavare a fondo e farmi strada attraverso la depressione. Non che abbia rimpianti, fa parte della crescita”.

Anche la mancata maternità l’ha fatta cadere di nuovo nella depressione. Dopo due adozioni, tanti trattamenti per la fertilità, i tentativi andati a vuoto, aborti e una gravidanza extrauterina; la vita non è stata semplice per lei che alla fine ha capito che doveva prendere un’altra strada. Oggi è felice, ha tanto amore da dare ai suoi bambini, ai suoi nipotini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.