Un anno senza Raffaella Carrà, il dolore di Barbara Boncompagni: “Non ho ancora smaltito la perdita”

barbara boncompagni raffaella carrà

E’ quasi un anno che Raffaella Carrà non c’è più e il 5 luglio sarà un anniversario doloroso per molti. A raccontare il suo dolore al settimanale Oggi è Barbara Boncompagni. La figlia di Gianni Boncompagni ha conosciuto Raffaella Carrà quando aveva solo 5 anni, è entrata nella sua vita quando era piccolissima e tra loro è stato subito amore. E’ stata sempre un suo punto di riferimento anche quando finì la storia d’amore con suo padre. Barbara Boncompagni non ha ancora superato la sua morte, non ha ancora smaltito la sua perdita. Sa già che il giorno dell’anniversario della sua morte starà malissimo, inevitabile per l’importanza che ha avuto nella sua vita. Avevano 20 anni di differenza e confida che da lei ha imparato la disciplina.

Raffaella Carrà ha combattuto la malattia privandosi dell’amore dei suoi cari

Quando è morta anche Barbara non si aspettava nulla del genere e spiega: “Penso che lei non volesse arrecare dolore. Così si è privata del nostro amore, della vicinanza. Ha fatto ancora una volta una scelta militare”. Raffaella Carrà ha fatto in modo che non trapelasse nulla della sua sofferenza, non voleva turbare il suo ricordo ma non voleva nemmeno dare sofferenza agli altri.

“Avevo 5 anni quando arrivò nella mia vita e tra noi scoppiò una chimica pazzesca. Ci riconoscevamo affini, due guerriere con esperienze di vita così simili: entrambe figlie di genitori separati, lei con un padre lontano e io con una figura materna poco presente”.  

Si è sempre sentita compresa da e Barbara l’ha sempre ammirata: “Raffaella era molto concentrata sulla carriera. Però è stata un grande punto di riferimento. Era una donna priva di pregiudizi, libera. Mi capiva”. A stare accanto alla Carrà fino alla fine è stato Sergio Japino, lui era con lei sempre, solo lui ha visto il suo calvario, agli altri resta il sorriso, la sua energia.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.