Le parole di Eros Ramazzotti contro chi ha successo in un attimo: “Gente spuntata dal nulla”

Le parole di Eros Ramazzotti devono far riflettere, altrimenti tutto andrà sempre peggio
eros corriere

Eros Ramazzotti non rilascia molte interviste ma questa volta al Corriere della Sera confida il suo punto di vista su più di un argomento e va ben oltre ciò che altri non osano dire. Eros Ramazzotti punta il dito contro il successo facile, non apprezza di certo chi oggi è nessuno, domani una star e poco dopo si ritrova peggio di prima. “Vedo gente spuntata dal nulla” lo pensiamo in molti ma il cantante romano lo dice e aggiunge anche il perché è tutto così sbagliato. Non è un errore solo contro chi studia e fatica per realizzare un sogno e poi viene messo in ombra da celebrità inesistenti ma c’è dietro molto di più. Se non avevate mai pensato a un concetto più profondo, ad una analisi più attenta sull’argomento, è il caso di leggere la semplicità con cui Eros Ramazzotti lo spiega.

Eros Ramazzotti: “Non sono geloso di questi che hanno successo in un attimo”

Un discorso che inizia dal difendere i più deboli dai leoni da tastiera, una difesa che sembra impossibile solo perché si fa finta di niente.  Poi arriva ad altro: “A me non piacciono le semplificazioni estreme e non mi piace che tutto sia appiattito, che nel grande calderone, siano messi sullo stesso piano chi si improvvisa musicista e chi ha studiato per anni composizione al Conservatorio. Tutti uguali? Manco per niente. Ognuno è figlio della fatica che ha fatto nella vita, del suo talento, della determinazione del suo carattere”.

Vedo gente spuntata dal nulla che viene, con la stessa velocità, idolatrata e dimenticata. Un grande palcoscenico virtuale in cui un giorno sei una star e il giorno dopo quello che pulisce i gabinetti. Proprio perché questo appiattimento, questa idea che tutti siamo uguali, che non conta nulla né lo studio, né il lavoro che si sono fatti, ha finito col rimuovere ogni metro di giudizio ogni riferimento” è questo il passaggio fondamentale.

“Io non sono geloso di questi che hanno successo in un attimo, ma lo trovo ingiusto. Per loro, che domani saranno riconsegnati all’oblio, e per tutti quelli che nella vita si sono fatti un mazzo così…”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.