Fioretta Mari parla delle colleghe mediocri disposte davvero a tutto

Fioretta Mari parla di decine di colleghe mediocri disposte a tutto per lavorare
fioretta mari colleghe

Molestata più di trenta volte, hanno tentato in tutti i modi e Fioretta Mari lo racconta nell’intervista a Repubblica. Ricorda una serie di episodi, assurdi anche solo da immaginare ma se Fioretta Mari facessi i nomi distruggerebbe “figure che hanno fatto la storia della Rai e di Mediaset”. Parla anche delle colleghe mediocri, di tante conosce episodi che alimentano quel sistema predatorio che poi porta alle avances. Fioretta Mari potrebbe fare decine di nomi ma poi la denuncerebbero, quindi si ferma. Fa invece i nomi di chi elogia, di presentatori e attori di cui può parlare benissimo, uomini per bene.

Fioretta Mari: “I predatori sono ovunque”

Si rivolge alle ragazze, le prega di non andare mai da sole a un provino, di farsi accompagnare da qualcuno.

“Posso parlare benissimo di Manfredi, Albertazzi, Lionello, Solenghi. Baudo è l’uomo più per bene che abbia conosciuto, come Tognazzi – di lui racconta – il primo giorno di prove de L’Avaro mi disse “mi piace la donna con un bel di dietro, per cui tu mi piaci”. Risposi che ero sposata, “sarai la mia migliore amica”, tagliò”.

Organizzatori di spettacoli, registi, la Mari ricorda una volta che ha avuto davvero paura: “Un noto regista con cui lavoravo, che oggi non c’è più, mi ha seguita in bagno e ha chiuso la porta a chiave mentre in casa c’era un evento di famiglia. Non avevo via d’uscita e non potevo urlare perché oltre la parete c’erano bambini. Se lo avessi pregato di non toccarmi sarebbe diventato ancora più cattivo, perché è così che ragionano i predatori. Gli ho detto una cosa violentissima e si è spaventato. L’indomani mi ha estromessa dalla fiction con una scusa surreale”.

Poi un elogio a Maria De Filippi, ha lavorato con lei ad Amici: “Sono stati anni puliti: lei si circonda solo di eccellenze. Invece siamo circondati da mediocrità. E sono loro ad alimentare il sistema predatorio costruito sulle avances sessuali. Potrei fare decine di nomi di colleghe ma mi denuncerebbero”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.