Mike Bongiorno bara: arrestati due sciacalli


Di questi tempi, si sa, non si lasciano riposare in pace nemmeno i morti. E non è solo colpa delle tv o dei media in generale. A volte è frutto dell’insensibilità, o meglio, della cattiveria umana. Lo scorso 24 Gennaio, come ricordiamo è stata trafugata la bara di Mike Bongiorno dal cimitero di Dagnente. Da allora la famiglia del conduttore televisivo non ha più un posto cui pregare, portare un fiore o semplicemente salutare il loro caro defunto.

 Non si hanno notizie su chi ha preso la bara, perché, con quale scopo. Si è pensato subito all’estorsione, ma le telefonate di ricatto per avere indietro il feretro in cambio di denaro tardano ad arrivare. Quelle vere. Sì perché poi ci sono anche gli sciacalli, forse ancora più cattivi di chi ha compiuto l’ingiustificabile gesto. Due sciacalli sono stati arrestati infatti dai carabinieri di Novara e Arona, inviati dalla procura di Verbania. I due, hanno chiesto una cifra pari a centinaia di migliaia di euro alla famiglia del povero Mike. Due persone che hanno pensato bene di fare “soldi facili” giocando sul dolore delle persone, di chi è disposto a tutto pur di riavere un posto di riferimento dove pregare per il proprio caro. Infatti i carabinieri hanno appurato che i due arrestati non hanno nulla a che fare con il sequestro e che della bara di Bongiorno, invece, non c’è traccia, come pure non si sarebbero mai fatte sentire persone legate al furto.

Sara Moretti


  • Tag

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close