Gemelline scomparse, Schepp è da solo in auto in Francia


Stasera a Chi l’ha vito si parlerà ancora delle gemelline scomparse dalla Svizzera Alessia e Livia. Ci sono novità che possono far sperare mamma Irina. Matthias Schepp è stato fotografto mentre con la sua auto percorreva le stradi francesci. In alcuni fotogrammi si può vedere che l’uomo è da solo in macchina. Alessia e Livia non sono con lui. Una flebile speranza per tutti noi che ancora speriamo di ritrovare le due bimbe ancora vive.Ecco quanto si legge sul sito di Chi l’ha visto.

Il 2 febbraio alle 9:15 Schepp è stato ripreso in Francia dalle telecamere del un casello autostradale Le Capitou – Frejus. Nell’abitacolo non si notano le bambine.”

Questo potrebbe essere un particolare utile per le indagini. L’uomo è da solo. Dove ha lasciato le bambine? Sono ancora in Svizzera oppure sono state lasciate o affidate a qualcuno? Di certo quando Schepps arrivò in questo tratto autostradale era da solo senza le sue bambine.

Intanto non si smette di cercare a Cerignola. Dopo il ritrovamento di quelle che potrebbero essere delle componenti del registratore si continua ancora a cercare. Si spera di poter trovare il nastro ma la missione è di quelle davvero difficili. In particolare domani visto che circoleranno meno treni per la festa dell’Unità di Italia le ricerche saranno fatte per quattro ore. Ritrovare quel nastro potrebbe voler dire tutto e niente. Lo stesso vale per il navigatore. Magari Schepps non lo ha acceso durante il suo viaggio ma la speranza è sempre l’ultima a morire.

( foto da Chi l’ha visto news)


Leggi altri articoli di News e Cronaca

2 commenti su “Gemelline scomparse, Schepp è da solo in auto in Francia”

  1. 23 Marzo 2011

    […] Ma Schepp era già da solo? Cosa avrà fatto vicino a Ginevra? Sono solo due dei tanti interrogativi che ormai da mesi martellano la mente di Irina Lucidi, la madre delle due bambine che non si arrende, e continua nella sua disperata ricerca delle figlie. […]

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close