Caserta, arrestati 11 affiliati clan dei Casalesi

Flash news- Si è concluso con un bilancio positivo il blitz della polizia casertana che, dopo una lunghissima indagine è arrivata all’arresto di undici componenti del clan mafioso dei Casalesi appartenenti al gruppo Bidognetti. Una operazione, questa che ha permesso di individuare gli effettivi colpevoli dell’omicidio di un ragazzo di diciannove anni, affiliato al clan camorristico antagonista.

L’omicidio risale al lontano 2004 quando era in corso una guerra tra tre clan, i Tavoletta-Ucciero e i Bidognetti, senza esclusione di colpi. Il motivo della faida era sul chi avrebbe dovuto tenere sotto controllo la zona di Villa Literno, in provincia di Caserta, con particolare riguardo alle attività criminose che si sarebbero dovute svolgere in quell’area. Dopo un periodo che va dal 1997 al 2005 e che ha visto cadere sul campo di battaglia numerose vittime, la polizia è riuscita nel suo intento di arrestare fra gli associati proprio il mandante dell’omicidio, Raffaele Bidognetti di anni trentasette, figlio del capo-clan. Bidognetti avrebbe ordinato di uccidere il diciannovenne per ben due volte perché il primo tentativo risultò fallimentare.

Giselda Cianciola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.