Sarah Scazzi ultime notizie, si cercano tracce nell’auto di Cosima

Con l’arresto di Cosima Serrano, vi è anche il sequestro della sua automobile, nella quale si ricercheranno tracce biologiche di Sarah Scazzi, la quindicenne di Avetrana. Cosima Serrano, zia di Sarah, è accusata per concorso in omicidio volontario e soppressione di cadavere.

Tra le varie vicende, a gettare il sospetto su Cosima, vi era stata anche la testimonianza di un fioraio. Quest’ultimo aveva detto di aver visto la donna in piedi vicino alla sua macchina, il giorno della scomparsa della quindicenne, ordinare alla piccola Sarah di entrare con tono di voce fermo e deciso. Ma l’uomo ha poi ritrattato tale confessione, ricca di particolari, dicendo che potrebbe trattarsi solo di un sogno.

Ma gli inquirenti vogliono saperne di più, e considerano Cosima tra gli artefici di questo efferato delitto, ai danni di una ragazzina di soli 15 anni. Cosima sarebbe colpevole di aver assistito mentre Sabrina strangolava la povera Sarah Scazzi, senza muovere nemmeno un dito per difenderla, ma anzi, contribuendo con il suo silenzio al gesto della figlia.

Sarah Scazzi sarebbe quindi stata tradita da quella che per lei era una seconda famiglia, con la quale passava le sue giornate in virtù del rapporto che la legava alla cugina, di qualche anno più grande. Probabilmente Sabrina per Sarah era un punto di riferimento, e nonostante le liti mai avrebbe pensato che potesse farle una cosa del genere. Si pensa dunque che sia stata Sabrina Misseri a compiere materialmente l’omicidio, con il benestare di mamma Cosima. Le due donne, insieme a Michele Misseri, avrebbero poi deciso come e quando disfarsi del cadavere.

Forse le analisi sull’automobile di Cosima Serrano potranno dirci qualcosa di più sul coinvolgimento di questa donna nella morte della nipotina. Ma intanto Cosima dal carcere continua a dichiararsi innocente, pronunciando continuamente la frase “male non fare paura non avere”.

A.D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.