Roma, si festeggiano i Carabinieri in Piazza di Siena

Festa grande a Roma a Piazza di Siena, per il 197/o anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri. Confermate anche le numerose presenze di alte cariche dello Stato. Ci sarà il presidente Giorgio Napolitano, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, il ministro della Difesa Ignazio La Russa, il capo di Stato Maggiore della Difesa Biagio Abrate. Oltre alle alte cariche dello stato relative alle forze dell’arma, parteciperanno anche nove ministri: Roberto Maroni, Angelino Alfano, Stefania Prestigiacomo, Francesco Saverio Romano, Ferruccio Fazio, Raffaele Fitto, Mara Carfagna e Renato Brunetta. Non mancheranno nemmeno il presidente della Camera Gianfranco Fini e quello del Senato Renato Schifani. Oltre alla loro presenza, di tutte queste personalità, di sottosegretari, ci saranno anche rappresentanti della Chiesa, molti giudici della Corte Costituzionale, rappresentanti di varie categorie e naturalmente non potranno mancare le alte cariche dell’Arma dei Carabinieri.

Tutti per festeggiare l’Arma più amata dagli italiani. E infatti ci saranno anche moltissimi cittadini che raggiungeranno Piazza di Siena per poter vedere sfilare i reggimenti dell’arma quasi 14 mila in piazza ad assistere alla manifestazione.

La cerimonia prevede, oltre agli interventi di alcune personalità anche la consegna dei riconoscimenti ai quei carabinieri che si sono maggiormente distinti in servizio, oltre al “premio annuale” consegnato a cinque capi di stazione.

Poi l’attesa dello spettacolo più bello, quello che si ripete ogni anno e che anima maggiormente la presenza degli spettatori. Infatti, ogni anno, grazie al 4/o Reggimento Carabinieri a Cavallo, viene rievocata la Carica di Pastrengo avvenuta il 30 aprile del 1848, durante la prima guerra d’Indipendenza. Grazie a questa carica, l’esercito di Carlo Alberto mise in fuga quello austriaco. Una vera vittoria per i ribelli italiani e, non a caso, un avvenimento da ricordare con maggiore intensità nell’anniversario dei 150 anni di Unità d’Italia.

Dopo la rievocazione, il tutto si conclude con gli onori resi al Presidente della Repubblica.

Teresa Corrado

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.