Gemelline scomparse ultime notizie, viste a Termoli con dei rom

Potrebbe esserci una svolta nel caso di Alessia e Livia, le due gemelline, figlie di Mathias Schepp, scomparse lo scorso 30 gennaio dopo un viaggio con il padre. Come sappiamo, Schepp aveva preso le bambine per andare in Croazia, ma, una volta tornato in Italia, ha deciso di togliersi la vita buttandosi sotto un treno alla stazione di Cerignola, in provincia di Foggia. Delle due bambine non si saprà più nulla: sono in molti a pensare che non ci siano più, vista anche la lettera che Schepp ha fatto recapitare, dopo la sua morte, alla moglie Irina Lucidi: “le bambine riposano in pace in un posto sicuro”, avrebbe detto il padre. Ma adesso potrebbe riaccendersi un lume di speranza nel cuore della madre, che da quel 30 gennaio non si dà pace e prosegue nella ricerca disperata delle sue bambine. Sembrerebbe che Alessia e Livia siano state avvistate, da diverse persone, a Termoli. Vediamo insieme le ultime notizie.Forse, le due gemelline, sono ancora vive e in mano a qualche famiglia rom. A sostenere questa tesi molti bagnanti dello stabilimento balneare “L’Oasi”, lido di proprietà della famiglia Giorgione, sorto sulla spiaggia di Rio Vivo. I bagnanti avrebbero visto due bimbe di carnagione chiara e capelli biondi, molto simili alle gemelline Schepp, assieme a due adulti di etnia rom. Una ragazza che lavora al bar del lido, ha visto aggirarsi con aria un po’ circospetta i due adulti con le bambine: la somiglianza con le foto di Alessia e Livia era davvero impressionante.
I Carabinieri si sono messi al lavoro per capire se davvero le due bambine potessero essere Livia e Alessia. Non molto tempo fa le gemelline vennero avvistate a San Salvo: forse sono davvero in Puglia, dove il padre ha deciso di togliersi la vita?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.