E’ morta Agota Kristof, aveva 76 anni

E’ morta Agota Kristof, scrittrice ungherese autrice della Trilogia della città di K. Agota Kristof aveva 76 anni, è morta a Neuchâtel, in Svizzera. Si spegne dunque un’altra figura importante nel mondo della scrittura. Agosta Kristof era nata a il 30 ottobre 1935 a Csikvánd, in Ungheria. A 21 anni, nel 1956, in seguito all’intervento dell’Armata Rossa in Ungheria per soffocare la rivolta popolare contro l’invasione sovietica, fuggì con il marito e la figlia in Svizzera, a Neuchâtel, dove imparò il francese e dove ha vissuto la sua vita fino alla sua morte, avvenuta oggi, 27 luglio 2011. Le sue opere sono scritte tutte in francese. Raggiunse il picco di fama internazionale nel 1987 , con la pubblicazione de Le grand cahier (Il grande quaderno), che viene eletto “Livre Européen”. Le grand cahier confluirà, insieme a La preuve (La prova) e Le troisième mensonge (La terza menzogna), nella Trilogie (Trilogia della città di K.), il riconosciuto capolavoro letterario di Agota Kristof, stampato in oltre 30 paesi.Moltissime le opere della scrittrice tradotte in lingua italiana, che hanno riscontrato sempre molto successo. Vediamole insieme. In italiano sono stati pubblicati Quello che resta (in seguito Il grande quaderno), Milano, Guanda, 1988. La prova, Milano, Guanda, 1989. Trilogia della città di K. (Il grande quaderno, La prova, La terza menzogna), Torino, Einaudi, 1998. La chiave dell’ascensore. L’ora grigia, Torino, Einaudi, 1999. Ieri, Torino, Einaudi, 2002. La vendetta, Torino, Einaudi, 2005. L’analfabeta. Racconto autobiografico, Bellinzona, Casagrande, 2005. Dove sei Mathias?, Bellinzona, Casagrande, 2006. Inoltre, per chi non lo sapesse, dal suo romanzo Ieri era anche stato tratto il film Brucio nel vento di Silvio Soldini.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.