Padova: donna uccisa da un’auto perché sembrava un sacco sulla strada

Una storia assurda, un destino beffardo quello di Doina Rodica Zapodeanu, una donna di 43 anni, residente a Padova, romena. La donna lavorava da tempo come badante. Sabato sera, lungo la provinciale 38 a Vo’ Euganeo, è morta, travolta da un’auto. Ieri mattina un signore anziano si è presentato alla stazione dei carabinieri di Lozzo Atestino, per ammettere le sue colpe: «Non avevo visto che era una persona, sembrava un sacco sulla strada»,  ha detto.  Si chiama Bruno Pattaro, è anche lui residente a Vo’, in via Mottinette 10, ed ora è stato iscritto nel registro degli indagati dal pubblico ministero Roberto D’Angelo. L’accusa per lui, come sempre in questi casi, è quella di omicidio colposo e omissione di soccorso. Nel frattempo, dalle ultime notizie riportate dal Gazzettino, nella giornata di oggi verrà eseguita l’autopsia sul corpo della donna uccisa.Quello che si sta cercando di capire in queste ore è se l’anziano uomo, Bruno Pattaro, dice la verità o meno. Quando è avvenuto l’incidente era quasi mezzanotte, e faceva molto freddo. La badante romena aveva trascorso la serata insieme a connazionali e stava ritornando, con il compagno, quando ha improvvisamente deciso di cambiare strada. Forse un malore, Doina cade a terra, in strada, poco prima che arrivasse l’automobilista che ha scambiato la scambia, secondo quando dice, per un sacco. Nella giornata di oggi, da quello che si apprende, oltre all’autopsia, ci sarà anche una consulenza tecnica per ricostruire la dinamica del tragico incidente.

Da quello che si apprende da una primissima ricostruzione dell’incidente, sembrebbe che la donna abbia litigato con il compagno e che abbia deciso di cambiare improvvisamente strada, recandosi da un’amica per trascorrere la notte. In quel momento sarebbe avvenuta la tragedia.

One response to “Padova: donna uccisa da un’auto perché sembrava un sacco sulla strada

  1. buon giorno noi romeni quando lasciamo romania arriviamo qua per lavorare e dopo quando andiamo la romania andiamo la bara ci sono le persone che fanno incidente e dopo non li danno il primo aiuto li lasciano abbandonati come e’ successo con una donna rumena anche con italiani mi dispiace assai per tutti mi chiamo Simona Lazzara dalla sicilia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.