Benefattore seriale a Busto Arsizio: lascia assegni nella buca delle lettere

I cittadini di Busto Arsizio (Varese) lo hanno soprannominato il benefattore seriale. Si tratta di uno sconosciuto che esce di notte lasciando assegni nella busta delle lettere. Il misterioso benefattore ha deciso di rimanere anonimo e lasciare assegni a ignari beneficiari durante la notte, momento della giornata in cui può esser facile passare inosservati. L’uomo, inoltre, ha scelto di donare lauti assegni ad associazioni bisognose, quindi agendo non casualmente. La prima associazione a beneficiare dell’aiuto dell’uomo è stata quella dei disabili della casa Brugnoli-Tosi dell’Anffas, durante la festa del santo patrono della città. Lunedì, infatti, si sono ritrovati un assegno di 15mila euro a loro intestato. Il giorno seguente, martedì, la stessa sorte è accaduta all’associazione Bianca Garavaglia. Tale Onlus è famosa per il suo impegno nella lotta ai tumori infantili e si sono visti recapitare ben 10mila euro dallo sconosciuto benefattore seriale. L’ultimo assegno, della cifra di 10mila euro è stato recapitato all’Aias (Associazione Italiana Ambiente e Sicurezza) L’assegno è stato recapitato nella busta delle lettere, in una busta senza emittente e consegnata a mano dallo stesso benefattore, che li ha pregati di farlo rimanere anonimo. La somma versata dal benefattore seriale è stata in totale di 35mila euro. Probabilmente l’uomo ha imbucato le lettere di lunedì, ma quella destinata all’Onlus è stata ritrovata con un giorno di ritardo. Non è la prima volta che avviene ciò: l’anno scorso, le prime due associazioni avevano ricevuto le stesse somme di denaro con la stessa modalità. Dopo tanti episodi di beneficenza per esibizionismo o esigenze pubblicitarie, finalmente un bel gesto autentico di solidarietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.