Castellammare, Francesco muore dopo riduzione stomaco con palloncino

A Castellammare, nel napoletano, un 38enne è morto dopo la riduzione dello stomaco con la tecnica del palloncino. A perdere la vita è Francesco Paolo Salvato, presso l’ospedale San Leonardo. Nella mattinata di ieri il 38enne ha avuto una crisi respiratoria e un arresto cardiocircolatorio che gli sono stati fatali. Il tutto a seguito di un intervento per la riduzione dello stomaco con la tecnica del palloncino. Ora i familiari chiedono chiarezza alla procura della Repubblica di Torre Annunziata sulla morte del 38enne.

Salvato, residente al rione Spiaggia, si era sottoposto ad un intervento chirurgico per la riduzione dello stomaco con la tecnica del palloncino a Roma, presso una struttura specializzata. Poco dopo la riduzione dello stomaco con palloncino, il 38enne ha iniziato a presentare problemi, quali dolori di stomaco e vomito, tanto da dover richiedere la rimozione del palloncino dallo stomaco tornando a Roma. Ma a quanto pare neanche questo è servito a salvargli la vita. La madre e la sorella hanno sporto denuncia al commissariato di polizia, raccontando le sofferenze che Paolo aveva subito negli ultimi giorni.

Il 38enne era ricorso all’intervento di riduzione dello stomaco con la tecnica del palloncino per risolvere il suo problema di obesità, dal quale non riusciva ad uscire autonomamente. Nessuno avrebbe potuto immaginare che il suo sogno si trasformasse in un incubo che lo avrebbe addirittura condotto verso la morte.

Ora sono da accertare eventuali responsabilità dei medici che lo hanno avuto in cura per l’intervento di riduzione dello stomaco. Perché Paolo Salvato è morto? Un errore medico? Tutto è ancora da definire, ma intanto la famiglia piange per il proprio lutto, e non si darà pace fino a che la verità non verrà a galla.

One response to “Castellammare, Francesco muore dopo riduzione stomaco con palloncino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.