Cannibalismo: uccide figlia di 3 anni e la mangia

Orrore in Papua Nuova Guinea: un uomo è stato arrestato con l’accusa di cannibalismo. L’uomo uccide la figlia di 3 anni azzannandola al collo e bevendo il suo sangue, e poi la mangia come se nulla fosse. L’episodio di cannibalismo è avvenuto nella città di Lae. Della macabra scena sono stati testimoni due ragazzi che hanno dato l’allarme alle autorità della zona. Il cannibale, dopo una breve fuga, è stato catturato e consegnato alla polizia locale. Secondo il racconto dei due testimoni, l’uomo l’ha morsa in profondità sul collo con una violenza inaudita. Due ragazzi che erano su un albero di cocco hanno chiamato prontamente i soccorsi, ma per la piccola non c’è stato nulla da fare. I due testimoni oculari sono rimasti allibiti nel vedere un uomo che mangia la propria figlia di 3 anni. Il quotidiano nazionale Png Post ha raccontato la vicenda dopo aver ascoltato un parlamentare della Papua Nuova Guinea. Esso è stato tra i primi a recarsi a Lae e ha raccontato di aver saputo che la madre e la figlia dell’uomo erano andate a fargli visita. Dopo un diverbio con la compagna, l’uomo ha trascinato con sé la figlia di 3 anni nella foresta per poi mangiarla. Il politico avrebbe parlato con la donna dell’assassino che, visibilmente scossa, gli ha raccontato la triste vicenda. L’anno scorso la polizia ha arrestato decine di persone per riti cannibali. In Papua Nuova Guinea quella del cannibalismo sembra essere una pratica comune: negli ultimi tempi sono stati accusati di aver ucciso sette persone alcuni uomini della zona. Uccide la figlia di 3 anni e la mangia, questa la terribile storia che arriva dalla piccola isola dell’Oceania e che sembra uscita direttamente dal copione di un macabro film horror. Ai cultori del cinema dell’orrore, la vicenda farà tornare in mente i film di Ruggero Deodato, ma purtroppo stavolta la realtà ha superato la fantasia.

One response to “Cannibalismo: uccide figlia di 3 anni e la mangia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.