Perugia, il Festival Internazionale del Giornalismo si ferma

Il Festival Internazionale del Giornalismo non avrà luogo. A quanto pare questo momento culturale importante non potrà tenersi, e dovrà prendere una pausa. A dirlo è una delle fondatrici, Arianna Ciccone, insieme a Christopher Potter. La manifestazione del Festival Internazionale del Giornalismo si ferma, e il problema sarebbe un budget troppo ridotto, che potrebbe snaturalizzare la natura dell’evento. La Ciccone lo ha detto in una nota nel sito festivaldelgiornalismo.com.

La Ciccone, riguardo al Festival Internazionale del Giornalismo, ha detto che non ci sono le condizioni, e per questo è necessario fermarsi. Secondo lei non avrebbe senso farlo nonostante le condizioni avverse, perché invece di progredire si rischia di regredire. “Il Festival deve continuare a crescere“, si legge sul sito, e l’obiettivo di chi l’ha fondato è quello di migliorarlo ogni volta, rendendolo innovativo. Invece il modesto budget costringerebbe a ridurre sia le giornate che gli ospiti, e tutto questo non avrebbe senso. E così viene comunicata la decisione di fermarsi, non dando vita ad una nuova edizione, almeno per ora. Potrebbe trattarsi solo di una pausa, per poi tornare al meglio. Ma la Ciccone è chiara sulle condizioni del Festival Internazionale del Giornalismo, e dice: “Oggi è il momento di dire no“. Ora la fondatrice ha convocato una conferenza stampa a Perugia per il prossimo lunedì, ed avrà luogo all’Hotel Brufani.

Il Festival Internazionale del Giornalismo si ferma. La decisione è definitiva? Ci sono possibilità che la situazione migliori e che ci siano i soldi necessari a mettere in piedi una nuova edizione? Lo scopriremo solo dopo la conferenza stampa che avverrà a giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.