Firenze, 20enne ubriaco si spara per gioco: è grave

Ieri mattina a Firenze un 20enne ubriaco, di origini albanesi, per gioco si è puntato una pistola alla testa per poi sparare. Ora le sue condizioni sono gravi. Il giovane era rientrato in casa,  in via degli Alfani a Firenze, dopo una notte passata ad ubriacarsi. Così lui e il suo amico, un connazionale, si erano messi a giocare con la pistola. Ma questo gioco pericoloso si è concluso in tragedia: il 20enne ubriaco si è puntato la pistola alla testa ed è esploso un colpo. Il giovane è ricoverato presso il reparto di terapia intensiva dell’ospedale fiorentino di Careggi.

A rivelare il pericoloso gioco tra 20enni ubriachi è stato l’amico del ragazzo, un suo connazionale, rintracciato e ascoltato dai militari. A quanto emerge dal suo racconto, il ragazzo aveva estratto una pistola dal cassetto, puntandola prima ad una coscia dell’amico, e sparando anche un colpo a vuoto. Infine, avrebbe puntato l’arma contro di sé sparando. A chiamare i soccorsi è stata una ragazza albanese che si trovava in casa con loro, la quale non è stata ancora rintracciata. All’arrivo dei carabinieri il 20enne ubriaco era steso a terra, in stato di semi incoscienza. L’arma utilizzata in questo gioco pericoloso è una revolver calibro 38. Quest’ultima sarebbe stata rubata tempo fa da un’abitazione. Ora il 20enne ferito gravemente è stato arrestato per detenzione illecita di arma da fuoco e per ricettazione.

Si tratta dell’ennesimo gioco tra giovani finito male, a causa dell’abuso di alcol. Ora le indagini andranno avanti per capire cosa sia accaduto davvero al rientro dei ragazzi in casa. Intanto le condizioni del 20enne sono gravi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.