Sentenza Ruby: “Berlusconi leccava i genitali delle ragazze durante il Bunga Bunga”


Nomi famosi, anche di chi fino a oggi non era stato minimamente toccato dallo scandalo, compaiono all’interno della sentenza del processo Ruby dove l’ex presidente del Consiglio è imputato perché accusato di favoreggiamento della prostituzione minorile e concussione.
Negli atti depositati dai magistrati si dice che i rapporti sessuali tra Berlusconi e Karima El Mahroug, in arte Ruby, sarebbero stati provati. All’epoca dei fatti la ragazza era minorenne.
Ma a fare ancora più scalpore è la descrizione di ciò che sarebbe avvenuto nel corso delle famigerate serate di bunga bunga, serate che Berlusconi ha sempre archiviato come cene galanti.
Nella sentenza si legge Ruby che racconta: “Dopo cena ci siamo recati tutti in una sala del piano inferiore, dove si è tenuto il bunga bunga. Io ero tranquilla in quanto sapevo che Lele Mora aveva garantito la mia estraneità a qualsiasi prestazione sessuale. Nel bunga bunga le ragazze erano completamente nude ed alcune (Barbara D’Urso, la Carfagna, la Yespica, la Rodriguez, la Faggioli e altre che non ricordo) si masturbavano e altre facevano contestualmente “petting” (Marincea, Amanda Del Valle, anche la Rodriguez). Berlusconi, vestito in maniera elegante (giacca e cravatta) era l’unico uomo presente e assisteva. A un certo punto ricordo di averlo visto intento a leccare i genitali di Sara Tommasi“.
I magistrati spiegano: “Quella sera, Ruby restò a dormire ad Arcore, «in una stanza prospiciente quella dove si ritirarono insieme il predetto Berlusconi, Belen Rodiguez, Nicole Minetti e Barbara Faggioli. Animata dalla curiosità poco dopo mi alzai per spiare all’interno della stanza la cui porta non era chiusa a chiave. Io l’aprii appena e potetti vedere la Minetti che praticava un rapporto orale a Berlusconi mentre lo stesso leccava i genitali della Rodriguez, mentre la Faggioli era intenta a ballare nuda”.
Immediata la replica di Belen Rodriguez, che tramite il proprio legale ha fatto sapere: “In relazione alle notizie pubblicate in queste ore su alcuni siti tratte da dichiarazioni che sarebbero state rilasciate da Ruby circa la partecipazione di Belen Rodriguez a festini o “cene eleganti” la signora Belen Rodriguez intende precisare e ribadire quanto già dichiarato, a suo tempo, avanti al magistrato. Non ha mai preso parte a tali festini o cene e si riserva di adire la magistratura contro chiunque diffonda tali false notizie. La signora Rodriguez precisa di aver già conferito mandato al suo legale di agire contro coloro che hanno diffuso tali notizie”.

LEGGI QUI LE ULTIME NOTIZIE SUL PROCESSO

Leggi altri articoli di Attualità Italiana

6 commenti su “Sentenza Ruby: “Berlusconi leccava i genitali delle ragazze durante il Bunga Bunga””

  1. Novembre 24, 2013

    […] data”. Ryby la pensa in modo diverso: sono state pubblicate ieri le motivazioni per la sentenza di Berlusconi e nelle pagine, di dominio pubblico, si legge anche il nome di Belen. Lei non ci sta e minaccia di […]

    • Giuseppina Mazzetto
      Novembre 24, 2013

      La …………. “testimone” cosa si era bevuta prima di spiare dalla porta Poveretta!!!!!!!!!!!!!

      • Bastardo
        Novembre 25, 2013

        Che puttanaio ammazza che troie!!!

        • checco er mejo
          Novembre 25, 2013

          Per me Silvio è un mito! A cagare tutto sto perbenismo. nessuno obbligava nessuno. Silvio tu hai fatto quello che tutti gli uomini vorrebbero fare ma non possono farlo ne tanto meno gridarlo! non ti voterò mai! ma resti un MITO!

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.: 03370960795 - Iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

 

Close