Antartide: bloccata l’imbarcazione che ha salvato i 52 passeggeri della nave russa

Intanto, il ricercatore italiano Francesco D'Alessio ha dichiarato: "Al momento ci troviamo in mare aperto, le onde sono abbastanza alte". I 52 passeggeri si trovano abordo dell'australiana Aurora Australis

Dopo aver soccorso i 52 passeggeri dalla nave russa MV Akademik Shokalskii, bloccati in mezzo al ghiaccio per più giorni a partire dalla vigilia di Natale, la Xue Long (in italiano Dragone delle nevi, ndr) è rimasta a sua volta bloccata tra i ghiacci dell’Antartide. La nave cinese aveva messo a disposizione il proprio elicottero per recuperare le persone a bordo dell’imbarcazione russa. Adesso però a essere in difficoltà sono, appunto, i cinesi.
Il capitano del Dragone delle nevi, Wang Jianzhong, confermando le attuali difficoltà di manovra, ha dichiarato: “Le condizioni climatiche restano estremamente complesse“. A ufficializzare il tutto è giunta anche una nota da parte dell’Autorità marittima australiana. Nel frattempo la Aurora Australis, la nave su cui sono stati trasferiti i 52 passeggeri della MV Akademik Shokalskii, è in mare aperto alla volta della base australiana di Casey.
A bordo dell’imbarcazione è presente, tra gli altri, anche il ricercatore italiano dell’Istituto nazionale di astrofisica, Francesco D’Alessio che, comunicando con l’esterno, ha parlato delle attuali condizioni del mare e degli obiettivi a brevissimo termine: “Al momento ci troviamo in mare aperto – ha detto il ricercatore italiano – le onde sono abbastanza alte e la nave avanza spedita ma con molto rollio e beccheggio. Si cominciano ad avvertire i primi fastidi tipici per il mare grosso, il salottino e la sala mensa, usualmente punti di ritrovo, si sono svuotate“.
D’Alessio ha poi confermato che “il nostro arrivo nella base antartica australiana di Casey è previsto per l’8 gennaio. La nave – ha concluso il ricercatore – dovrà completare lo scarico del carburante e del resto de materiale che era stato sospeso il giorno di Natale per rispondere alla richiesta di soccorso della Shokalskiy. Poi salperà per Hobart”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.